Informatica a scuola, sistemi scolastici a confronto in Europa. I docenti devono avere formazione competente e affidabile. RAPPORTO Eurydice [PDF]

WhatsApp
Telegram

Il rapporto della rete Eurydice Informatics education at school in Europe, dedicato allo studio dell’informatica nelle scuole europee, ha riportando nuovamente l’attenzione sull’importante ruolo che le politiche educative europee svolgono in materia di competenze digitali.

L’informatica a scuola è essenziale, inoltre, per dotare i bambini e i giovani delle conoscenze di base necessarie per prendere parte attiva, in modo responsabile e sicuro, alle nostre società sempre più guidate dalla tecnologia e orientate al digitale. La crisi dovuta al COVID-19 ha sottolineato la necessità di mettere in atto, con maggiore determinazione, azioni politiche in questo settore, e ha senza dubbio costituito un punto di svolta per la tematica dell’educazione digitale.

La pubblicazione è organizzata in tre capitoli: la prima sezione illustra gli approcci curricolari all’insegnamento dell’informatica, ad esempio, se la disciplina viene insegnata come materia separata o integrata in altre discipline, se viene considerata materia obbligatoria oppure opzionale e quali sono i relativi risultati di apprendimento; nel secondo capitolo vengono esaminati e presentati i contenuti di informatica attraverso i risultati di apprendimento. A tal fine, vengono individuate 10 aree tematiche principali, tra cui algoritmi, programmazione, reti, sistemi informatici. Infine, il terzo capitolo è dedicato agli insegnanti, ai profili professionali e alle qualifiche che l’insegnante di informatica deve avere e/o acquisire per insegnare questa disciplina, e ai programmi di sviluppo professionale disponibili.

RAPPORTO EURYDICE

Insegnanti

Così come segnala l’Indire, in un approfondimento, nel rapporto c’è spazio anche per gli insegnanti. Sono presentate le qualifiche che gli insegnanti devono avere per insegnare informatica nell’istruzione primaria, secondaria inferiore e secondaria superiore. Inoltre, vengono presi in esame i programmi di sviluppo professionale che consentono di prepararli all’insegnamento della disciplina (formazione professionale iniziale, percorsi alternativi e percorsi di riqualificazione), e le misure di supporto disponibili per aiutarli ad implementare con successo il curricolo di informatica.

Insegnare informatica richiede di avere insegnanti preparati e una carenza di soggetti adeguatamente preparati non solo compromette la qualità dell’insegnamento, ma rappresenta anche una delle principali barriere all’introduzione dell’informatica nel curricolo scolastico. Pertanto, è fondamentale disporre di insegnanti che abbiano una formazione completa, competente e affidabile.

In Europa, gli insegnanti ricevono una formazione come generalisti o come specialisti. Solitamente, gli insegnanti generalisti sono responsabili dell’insegnamento dell’informatica nelle scuole primarie, tuttavia si verifica spesso una carenza di insegnanti preparati a insegnare anche informatica; per far fronte a questa necessità, alcuni sistemi educativi, come quello estone, consentono temporaneamente a specialisti in IT, che non sono in possesso di una qualifica di insegnamento, di offrire un curricolo di informatica nelle scuole primarie.

In tutti i sistemi educativi, dove l’informatica è una materia separata nell’istruzione secondaria inferiore e superiore, gli insegnanti specialisti in informatica sono responsabili del suo insegnamento.

Gli insegnanti specialisti di informatica o gli insegnanti qualificati in altre materie correlate (solitamente, matematica, fisica, altre scienze, tecnologie o economia) insegnano informatica nelle scuole di livello secondario. Questo perché il curricolo di informatica diventa più complesso a questo livello di istruzione e copre le aree principali dei risultati di apprendimento, citati in precedenza. Inoltre, qui l’informatica viene insegnata come materia separata o integrata in altre discipline in quasi tutti i sistemi educativi.

In numerosi sistemi educativi, gli insegnanti specialisti in informatica e altri insegnanti specialisti possono insegnare informatica, tuttavia in alcuni di questi paesi, tra cui Bulgaria, Germania e Serbia gli insegnanti specialisti qualificati in una disciplina diversa dall’informatica devono completare una formazione specifica in informatica, per estendere la loro qualifica e per poter insegnare questa materia.

In un numero ristretto di paesi, tra cui l’Italia, dove alcuni contenuti specifici di informatica vengono integrati nelle discipline obbligatorie di matematica, tecnologia o matematica e tecnologia, gli insegnanti specializzati in queste discipline sono responsabili dell’insegnamento dell’informatica.

A livello secondario superiore, lo studio dell’informatica diventa ancora più complesso e in quasi tutti i sistemi educativi europei sono principalmente gli insegnanti specialisti in informatica a insegnare tale disciplina. In alcuni paesi, soltanto gli insegnanti di informatica possono farlo, in altri paesi sono accettati anche insegnanti specialisti in discipline correlate. Questo è il caso di Spagna, Francia, Italia, dove l’informatica non viene soltanto insegnata come disciplina separata, perché alcuni risultati di apprendimento relativi all’informatica sono inclusi in altre discipline scolastiche.

Per quanto riguarda la formazione degli insegnanti specialisti in informatica delle scuole secondarie superiori, la maggior parte dei sistemi educativi offre varie opportunità per qualificarsi come insegnante di informatica: seguire programmi di formazione professionale iniziale, percorsi alternativi o possibilità di riqualificazione.

In quasi tutti i sistemi educativi, la qualifica di insegnante specialista in informatica si ottiene dopo la formazione iniziale degli insegnanti nell’ambito di un percorso ordinario. Tuttavia, numerosi sistemi educativi offrono anche programmi alternativi e/o di riqualificazione per coprire le necessità in aumento.

In Spagna, Francia, Svezia e Svizzera, gli insegnanti specializzati in informatica iniziano ad insegnare questa materia solo nell’istruzione secondaria superiore. In Italia, inoltre, gli insegnanti specialisti in informatica vengono qualificati a questo insegnamento solo dopo avere seguito una formazione professionale iniziale.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur