Infanzia, finanziamenti PON per realizzare ambienti didattici innovativi: come presentare la candidatura. GUIDA PER IMMAGINI

WhatsApp
Telegram

La presente guida vuole fornire le indicazioni utili affiché dirigenti scolastici e DSGA possano presentare la formale candidatura all’ultimo PON pubblicato dal Ministero dell’Istruzione “Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia”, con avviso pubblico prot. n. 38007 del 27 maggio 2022.

 

Partendo dal chiarire gli aspetti peculiari del progetto, indicando obiettivi e azioni finanziabili, passiamo alla guida per immagini che illustra come presentare la candidatura per l’istituzione scolastica attraverso le piattaforme GPU e SIF, gestite dal Ministero, entro le ore 12.00 del giorno 17 giugno 2022.

Risorse finanziarie.

L’importo massimo del finanziamento per la realizzazione di “Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia” è pari a euro 75.000,00 per ciascuna istituzione scolastica, che deve comprendere le spese di:

  • progettazione;
  • gestione e organizzazione;
  • acquisto di beni e attrezzature;
  • pubblicità;
  • collaudo, verifica di conformità o di regolare esecuzione

La ripartizione risultante dalla piattaforma è la seguente.

L’intervento è finanziato con i fondi resi disponibili dal Regolamento (UE) n. 2020/2221 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 dicembre 2020, che modifica il regolamento (UE) n. 1303/2013 per quanto riguarda le risorse aggiuntive e le modalità di attuazione per fornire assistenza allo scopo di promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia (REACTEU), nell’ambito del Programma operativo nazionale “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

La selezione delle candidature avverrà secondo la modalità “a sportello”, cioè sulla base dell’ordine cronologico della data e dell’orario di presentazione delle stesse, fino al limite delle risorse disponibili.

Gli interventi dovranno essere realizzati, collaudati e conclusi con tempestività e comunque entro il 31 dicembre 2022, salvo successive proroghe.

Finalità.

La finalità dell’avviso è di creare ambienti didattici innovativi o di trasformare quelli già esistenti nelle scuole dell’infanzia statali per la creazione o l’adeguamento di spazi di apprendimento innovativi per poter garantire lo sviluppo delle abilità cognitive, emotive e relazionali delle bambine e dei bambini nei diversi campi di esperienza previsti dalle Indicazioni nazionali per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione e in coerenza con le Linee pedagogiche per il sistema integrato zero-sei, potenziando lo sviluppo delle loro abilità, nelle diverse attività e occasioni ludiche, e delle proprie potenzialità di relazione, autonomia, creatività e apprendimento, anche al fine di superare disuguaglianze, barriere territoriali, economiche, sociali e culturali.

Cosa è possibile acquistare?

Prendendo visione dell’avviso pubblico e fino a nuove specifiche del Ministero, con il finanziamento in esame sarà possibile acquistare:

  • arredi di varia natura (tavoli per osservazione e attività esperienziali, arene riconfigurabili e tribunette, carrelli mobili, armadi e contenitori, librerie, sedute morbide e cuscini, tappeti didattici e luminosi, eventuali pareti mobili, etc.);
  • attrezzature digitali (finalizzate al coding, robotica educativa, alle STEM, kit per la creatività digitale, il making e il tinkering, proiettori e altri strumenti digitali per la creazione di ambienti immersivi, schermi digitali interattivi adeguati, piani luminosi, attrezzature per riprese audio e video e per il digital storytelling, stampanti e penne 3D, strumenti musicali digitali)
  • software e app didattiche;
  • sussidi digitali specifici per bambini con disabilità;
  • attrezzature didattico-educative (kit per lo sviluppo del linguaggio e l’educazione alla lettura, kit per lo sviluppo delle abilità numeriche e di problem solving, kit e strumenti per costruzioni tridimensionali, per laboratori creativi, per lo sviluppo della motricità, per l’educazione emotiva, etc).

Dove e come chiedere assistenza.

Partendo anzitutto dagli eventuali problemi relativi alle procedure di profilatura dell’utenza nominale istituzionale del DS e del DSGA, si ricorda che occorre richiedere assistenza inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Tutte le informazioni di carattere istituzionale e i manuali operativi sono reperibili alla pagina: http://www.istruzione.it/pon/ponkit_disposizioni.html

Sul portale http://pon20142020.indire.it/portale è possibile altresì accedere al manuale di supporto e contattare il servizio di assistenza tecnica on line per il caricamento della proposta progettuale.

Inoltre, è possibile richiedere chiarimenti attraverso il servizio di ticketing accessibile dal sistema GPU.

Si ricorda infine che Responsabile del procedimento è la dott.ssa Anna Rita Bove, dirigente dell’Ufficio IV dell’Unità di missione del PNRR.

In allegato, forniamo una guida per immagini che illustra, passo dopo passo, la procedura per presentare la candidatura al PON.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur