Scuola di Infanzia e Primaria, come si diventa docenti a tempo indeterminato posto comune e sostegno

WhatsApp
Telegram

La strada per diventare insegnante è costellata di tanti step importanti. Dalle graduatorie ai percorsi abilitanti, dai Concorsi Pubblici alle supplenze con MAD; le possibilità sono tante e diverse a seconda del tipo di carriera che si vuole scegliere. Tranne alcuni casi, il conseguimento della Laurea è un requisito fondamentale. Oggi ci concentriamo sul percorso formativo che bisogna percorrere per arrivare all’obiettivo finale: ottenere la nomina in ruolo per la scuola dell’Infanzia o Primaria, quindi con contratto a tempo indeterminato, posti comuni e di sostegno.

Le classi di concorso

Ogni aspirante docente deve conoscere a quali classi di concorso insegnamento può iscriversi e, di conseguenza, sapere per quali materie scolastiche può ricoprire ruolo di docente.

Le classi di concorso sono i codici che il Ministero utilizza per indicare la corrispondenza tra i vari titoli di studio e una o più materie di insegnamento. Ad ogni titolo di studio corrispondono quindi delle Classi di Concorso specifiche che, a loro volta, si rifanno alle materie scolastiche che un aspirante docente può insegnare. L’accesso a una Classe di Concorso è quindi il requisito N.1 per diventare insegnante di una qualsiasi materia in un Istituto di qualsiasi ordine e grado

Infanzia e Primaria

Scuola dell’Infanzia e Primaria hanno un’unica classe di concorso comprendente l’intero ordine scolastico:

  • AAAA – Infanzia – Posto comune
  • EEEE – Primaria – Posto comune

I titoli di studio che danno accesso alle Classi di Concorso per la scuola dell’infanzia e primaria sono:

  • Laurea in Scienze della formazione primaria (titolo abilitante all’insegnamento – art. 6, Legge 169/2008) (titolo abilitante all’insegnamento);
    Diploma Magistrale o Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico o Diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002 (DM 10 marzo 1997) (titolo abilitante all’insegnamento)

Questa la pagina del Ministero per controllare a quali classi di concorso si può accedere con il proprio titolo.

24 CFU non hanno nulla a che vedere con la scuola dell’Infanzia e Primaria

Laurea + 24 CFU è un binomio possibile tra i requisiti di accesso alla 2 fascia GPS o terza fascia delle graduatorie di istituto per gli aspiranti docenti delle scuole medie/superiori. Nulla a che vedere con i titoli richiesti per Infanzia e Primaria. I 24 CFU sono relativi esclusivamente alla scuola secondaria.

I titoli di accesso alla scuola di infanzia e primaria sono abilitanti, nel senso che esserne in possesso significa essere già in possesso dell’abilitazione per il relativo posto di insegnamento.

Per diventare docenti di ruolo bisogna superare un concorso

Una delle parole chiave nell’ambito dell’accesso al ruolo per gli aspiranti docenti è: “Concorso”. Ma chi vi può accedere? Bisogna naturalmente possedere dei requisiti. Ebbene quest’ultimi sono i medesimi previsti per l’accesso alle classi di concorso. Li ripetiamo, con alcune precisazioni.

[Articolo 3, Bando Concorso ordinario scuola dell’infanzia e primaria 2020/21]

Requisiti di ammissione:

Sono ammessi a partecipare alle procedure concorsuali previste dal presente bando per l’accesso ai posti comuni della scuola dell’infanzia e primaria, i candidati che entro la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, siano in possesso di uno tra i seguenti titoli:

  • titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, purché conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002 e, in particolare:
  • a) per i posti comuni della scuola primaria, il candidato in possesso del titolo di studio conseguito entro l’anno scolastico 2001- 2002, al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’anno scolastico 1997-1998 aventi valore di abilitazione ivi incluso il titolo di diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico di cui alla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27;
  • b) per i posti comuni della scuola dell’infanzia, il candidato in possesso del titolo di studio conseguito entro l’anno scolastico 2001- 2002, al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali della scuola magistrale, ovvero dei corsi quadriennali o quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’anno scolastico 1997- 1998 aventi valore di abilitazione ivi incluso il titolo di diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico di cui alla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27.

N.B.: Chi vince il Concorso, una volta assunto e superato l’anno di prova, è di ruolo a tutti gli effetti

Le graduatorie del concorso 2020

Concorso ordinario infanzia e primaria 2020: ecco tutte le graduatorie. Zero posti vuoti per i posti comuni, quasi 5mila sul sostegno. TABELLE

Ogni quanto tempo vengono banditi i concorsi per Docenti?

Le procedure concorsuali per assunzione docenti in ruolo dovrebbero avvenire con cadenza biennale però non sappiamo se tale data verrà rispettata.

GPS prima e seconda fascia

I titoli/requisiti di accesso per infanzia e primaria GPS

Possono iscriversi:

a) in prima fascia i docenti in possesso di abilitazione;

b) in seconda fascia studenti che, nell’anno accademico 2019/2020, risultano iscritti al terzo, quarto o al quinto anno del corso di laurea in Scienze della Formazione primaria, avendo assolto, rispettivamente, almeno 150, 200 e 250 CFU entro il termine di presentazione dell’istanza.

Punto a), prima fascia: quali sono i titoli di abilitazione
Si tratta di:

  • Laurea in Scienze della formazione primaria (vecchio ordinamento quadriennale o LM85bis Nuovo ordinamento);
  • titolo di studio conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali della scuola magistrale, ovvero dei corsi quadriennali o quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’anno scolastico 1997-1998 aventi valore di abilitazione ivi incluso il titolo di diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico di cui alla Circolare Ministeriale 11 febbraio 1991, n. 27;
  • titolo di abilitazione all’insegnamento per la scuola dell’infanzia o primaria conseguito all’estero, valido quale abilitazione nel Paese di origine e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Posti di sostegno

L’accesso alla selezione per il TFA sostegno infanzia e primaria prevede

Scuola dell’infanzia e primaria (uno dei seguenti requisiti):

  1. titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente; oppure
  2. diploma magistrale, compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur