Indiscrezioni su tabella valutazione titoli concorso a Dirigente

di redazione
ipsef

La FLCGIL Latina ha raccolto indiscrezioni sulla tabella di valutazione dei titoli per il concorso a Dirigente scolastico.

La FLCGIL Latina ha raccolto indiscrezioni sulla tabella di valutazione dei titoli per il concorso a Dirigente scolastico.

RECLUTAMENTO DIRIGENTI SCOLASTICI

TITOLI CULTURALI

(fino ad un massimo di punti 15)

f) altro master, diploma o attestato di corso di specializzazione o di perfezionamento, conseguito presso università in Italia e all’estero, di durata annuale corrispondente a 1.500 ore e 60 crediti con esame individuale finale

Si valuta un solo titolo.

 

 

 

1,00

 

g) partecipazione a corsi di formazione, della durata di non meno di 20 ore(2), organizzati da soggetti qualificati e /o enti accreditati (D.M. n. 177/2000; Direttiva n. 90/2003), ivi comprese le scuole su temi riguardanti la progettazione, l’organizzazione e la gestione delle istituzioni scolastiche autonome:

  • in qualità di formatore

  • in qualità di discente

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

 

 

 

0,15

0,10

 

 

 

 

 

Per ogni anno accademico si valuta un solo titolo.

Ivi compresi i percorsi formativi mirati alla conoscenza di competenze informatiche comprovate dall’ottenimento della relativa certificazione di tipo: ECDL – Microfoft Office Specialist – IC3 – MCAS – Eipass – ICL – P.E.K.I.T.

Le lauree e i titoli ad esse dichiarati equiparati dalle disposizioni vigenti diversamente classificate devono essere rapportate a 110.

Nel caso di più diplomi di laurea si valuta quello con punteggio maggiore.

TITOLI DI SERVIZIO E PROFESSIONALI (3) (4)

(fino ad un massimo di punti 15)

  1. Per il servizio prestato quale preside incaricato, vice rettore incaricato o vice direttrice incaricata negli istituti educativi, ovvero come collaboratore vicario in istituzione scolastica di qualsiasi ordine e grado, qualora tale funzione sia stata svolta per più di 180 giorni in assenza del titolare per ciascun anno

fino ad un massimo di punti 7,00

 

 

 

 

1,40

  1. Per ogni anno di servizio prestato come collaboratore-vicario nelle istituzioni scolastiche date in reggenza

fino ad un massimo di punti 4,00

 

0,80

 

  1. Per ogni anno di servizio prestato come collaboratore-vicario e/o vicepreside o direttore di scuola coordinata di istituto professionale

fino ad un massimo di punti 3,00

 

0,60

  1. Per ogni anno di servizio prestato come collaboratore del capo d’istituto, ai sensi dell’art. 7, comma 2, lett. h) del D.lgs. n. 297/1994 e come collaboratore del dirigente scolastico nominato ai sensi dell’art. 25, comma 5, del D.lgs. n. 165/2001

fino ad un massimo di punti 2,00

 

 

 

0,40

  1. Per ogni anno quale rappresentante della componente docente nella giunta esecutiva del consiglio di circolo/istituto, del consiglio scolastico distrettuale, del consiglio scolastico provinciale, di componente degli organi esecutivi del Consiglio nazionale della pubblica istruzione

fino ad un massimo di punti 1,00

 

 

 

 

0,20

 

  1. Per ogni anno quale rappresentante della componente docente nel Consiglio di circolo o di istituto, nel Comitato di Valutazione, nel Consiglio scolastico distrettuale, nel Consiglio scolastico provinciale, nel Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

 

0,10

7. Per ogni anno di incarico per l’organizzazione e il coordinamento periferico del servizio di educazione fisica di cui all’art. 307 del D.lgs. n. 297/94

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

0,10

8. Per ogni anno di servizio prestato presso le Università in qualità di supervisore del tirocinio ai sensi dell’art. 1, comma 4, della legge n. 315/1998

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

0,10

9. Per ogni anno di servizio prestato presso l’amministrazione scolastica centrale e periferica per compiti connessi con l’attuazione della autonomia scolastica ex art. 26, comma 8, della Legge n. 448/98, nonché per ogni anno di servizio prestato quale componente del Nucleo provinciale a supporto dell’autonomia scolastica

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

 

 

0,10

 

10. Per ogni anno di servizio in qualità di:

  • componente del Consiglio direttivo dell’ex I.R.R.S.A.E. e C.E.D.E., oppure di componente del Consiglio direttivo dell’ex B.D.P. di cui al D.lgs. n. 297/1994 e di componente degli organi di amministrazione e scientifici dell’I.N.Val.S.I., I.N.D.I.R.E., I.R.R.E. e A.N.S.A.S.;

  • “comandato” o “collocato fuori ruolo” ai sensi dei rispettivi bandi di concorso presso ex I.R.R.S.A.E., B.D.P., C.E.D.E. e I.R.R.E., I.N.D.I.R.E., I.N.Val.S.I., A.N.S.A.S. e Ministero Affari Esteri

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

 

 

 

 

 

 

0,10

11. Per ogni anno di svolgimento della funzione strumentale in compiti afferenti alla gestione del P.O.F., al sostegno al lavoro docente, alla realizzazione di progetti formativi con enti ed istituzioni esterne alla scuola, all’intervento a sostegno per gli studenti e/o della funzione di R.S.P.P. all’interno della propria istituzione scolastica

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

 

 

0,10

12. Per ogni anno di servizio di ruolo prestato presso amministrazioni statali, regionali, sovranazionali ed enti locali in qualifica dirigenziale

fino ad un massimo di punti 1,00

 

0,20

13. Per ogni anno di servizio di ruolo prestato presso amministrazioni statali, regionali, sovranazionali ed enti locali in qualifica corrispondente all’ex carriera direttiva

fino ad un massimo di punti 0,50

 

 

0,10

Sono valutati gli incarichi/servizi effettivamente prestati per almeno 180 giorni per ciascun anno scolastico e quelli validi a tutti gli effetti come servizio d’istituto.

I punteggi previsti dalla presente tabella sono cumulabili tra di loro fino ai limiti massimi.

Qualora in uno stesso anno scolastico siano stati prestati più incarichi/servizi si valuta solo quello che dà titolo a maggior punteggio.

Gli incarichi debbono essere stati previamente conferiti con atto formale ed effettivamente prestati.

Versione stampabile
anief
soloformazione