Indire: diffidenza delle famiglie fa male alla scuola e alla società

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La diffidenza eccessiva delle famiglie verso l’istituzione scolastica fa male a tutto il sistema.

E’ questo in sintesi quanto ha espresso il presidente di Indire, Giovanni Biondi all’agenzia Dire,  a margine del convegno sugli adolescenti oggi e il modello scolastico.

Ci troviamo di fronte a una crisi sostanzialmente della famiglia – ha affermato – e anche della scuola come ascensore sociale. Il successo scolastico non è condizione necessaria e sufficiente per poter entrare nel mondo del lavoro e soprattutto per poter uscire da una posizione sociale ed entrare in un’altra e di poter progredire“.

Questo comporta– ha aggiunto Biondi – un atteggiamento non dico di ostilità, ma di diffidenza nei confronti della scuola. E poi ci sono meccanismi interni ben analizzati dagli psicologi, la fragilità della famiglia, il poco tempo che i genitori riescono a dare ai figli li mettono in condizione di avere quasi un complesso di colpa verso di loro e quindi di difenderli, di nascondere le loro ‘malefatte’, e di avere un atteggiamento da sindacalisti dei figli nei confronti della scuola”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione