Indicazioni sulle convocazioni dei supplenti per mezzo della Posta Elettronica Certificata (PEC)

di Lalla
ipsef

Lalla – Ieri, nel corso della conferenza stampa Gelmini – Brunetta sulle innovazioni tecnologiche che stanno investendo la scuola, una parte è stato dedicata proprio alla PEC e alla semplificazione delle comunicazioni tra Istituti scolastici e Aspiranti Supplenti tramite il suo utilizzo. Analizziamo i passaggi fondamentali della nota

Lalla – Ieri, nel corso della conferenza stampa Gelmini – Brunetta sulle innovazioni tecnologiche che stanno investendo la scuola, una parte è stato dedicata proprio alla PEC e alla semplificazione delle comunicazioni tra Istituti scolastici e Aspiranti Supplenti tramite il suo utilizzo. Analizziamo i passaggi fondamentali della nota

Ad oggi sono state create 500.000 caselle di PEC per gli iscritti nelle graduatorie d’istituto. Segui le indicazioni della Guida, se non hai ancora un indirizzo PEC

Il termine ultimo per dotarsi di casella di posta certificata (PEC) è stato prorogato al 30 aprile. Pec supplenti: proroga al 30 aprile

Contemporaneamente il processo sta interessando le istituzioni scolastiche: 7000 su 11.000 si sono già dotate di casella PEC e sono in grado di utilizzarla. Al termine dell’operazioni tutti gli indirizzi PEC saranno reperibili sull’IPA (Indice delle Amministrazioni Pubbliche). Al momento tutti gli indirizzi PEC delle scuole sono reperibili al sito paginepec.gov.it. Leggi l’articolo

Le convocazioni per le supplenze

La nuova funzione SIDI “Convocazioni” è stata realizzata in modo da semplificare l’operato della scuola che deve comunicare la disponibilità di una supplenza al personale iscritto nelle graduatorie d’istituto: una volta individuati i soggetti destinatari, la funzione automaticamente provvede o all’invio di un SMS al numero telefonico che il supplente ha specificato sul modello B o all’invio di un messaggio di PEC, dall’indirizzo di PEC fornito dal MIUR alla scuola (dominio @pec.istruzione.it) all’indirizzo di PEC del supplente e presente su Istanze On Line

Se il supplente non si fosse ancora dotato di una PEC, la convocazione viene inviata tramite un messaggio email dalla casella “tradizionale” della scuola (dominio @istruzione.it) alla casella “tradizionale” dichiarata dal docente su Istanze On Line.

La modalità di convocazione via PEC sarà operativa entro la fine di aprile, ed interesserà da subito e in via sperimentale il primo nucleo di circa 7000 scuole che hanno ricevuto le credenziali della PEC e che sono state pubblicate su IPA a cura del MIUR: le rimanenti scuole saranno inglobate solo a seguito della ricezione delle credenziali PEC e dell’inserimento su IPA, cosa quest’ultima che avverrà con cadenza mensile.

Nella prossima circolare sulle supplenze tale modalità di convocazione verrà resa obbligatoria e comincerà ad essere pienamente utilizzata a partire dal prossimo anno scolastico.

La nota

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione