Indicazioni nazionali, le associazioni di area linguistica e letteraria scrivono a Valditara: “Chiediamo di essere coinvolti”

WhatsApp
Telegram

Un gruppo di associazioni di ambito linguistico, letterario e filologico scrive al Ministro Valditara per chiedere che la revisione della Indicazioni nazionali sia preceduta da una riflessione sull’opportunità di cambiarle e che in questo processo vengano coinvolti fin da subito profili del mondo della scuola ed esperti delle didattiche disciplinari.

Essendo venuti a conoscenza della costituzione di una commissione “composta da esperti di comprovata qualificazione scientifica e professionale con il compito di elaborare e formulare proposte volte alla revisione delle Indicazioni”, Le scriviamo come gruppo di associazioni professionali e scientifiche di area linguistica e letteraria per condividere alcune riflessioni sul merito e sul metodo di tale processo” si legge nella lettera.

Prendiamo atto della necessità ravvisata dal Suo Ministero di una revisione delle Indicazioni Nazionali – aggiungono – anche se ad oggi non sono state rese note le ragioni puntuali per cui si sia individuata tale necessità. Da parte nostra riteniamo che sia possibile e opportuno procedere innanzitutto a una riflessione sulla validità e la diffusione delle Indicazioni attualmente in uso e solo successivamente a una eventuale revisione, con la proposta di modifiche che aiutino la scuola a rispondere ai bisogni sempre più complessi di quanti la vivono quotidianamente, questione che certamente sta a cuore a chi, come le nostre associazioni, si occupa di scuola e di educazione linguistica e letteraria da tempo.

Infatti, nelle nostre associazioni operano profili professionali e accademici che lavorano nel mondo della scuola e della ricerca educativa e che si occupano di educazione linguistica e letteraria, assi fondamentali per la formazione di cittadine e cittadini nel contesto educativo fin dai primi passi. Chiediamo che al tavolo della Commissione istituita dal Suo Ministero possano sedere fin dalle prime fasi di discussione profili provenienti dal mondo della scuola ed esperti delle didattiche disciplinari, che, forti delle proprie competenze ed esperienze, possano contribuire a una riflessione profonda e ampia e possano, se necessario, elaborare proposte di modifica efficaci“.

Ricordando che in passato le nostre associazioni sono state sempre coinvolte nella stesura delle Indicazioni Nazionali e hanno dato il loro apporto in modo attivo e costruttivo, siamo disponibili a contribuire fattivamente e chiediamo di essere rese partecipi del lavoro di riflessione e di dialogo sulle Indicazioni fin da subito” concludono.

Le associazioni firmatarie:

ADI – Associazione degli Italianisti
ADI SD – Associazione degli Italianisti – Sezione Didattica
AItLA – Associazione Italiana di Linguistica Applicata
ANILS – Associazione Nazionale Insegnanti Lingue Straniere

ASLI – Associazione per la Storia della Lingua Italiana
ASLI scuola
Compalit – Associazione per gli Studi di Teoria e Storia comparata della Letteratura

Compalit per la scuola
Consulta di Critica letteraria e Letterature comparate
DILLE – Società Italiana di Didattica delle lingue e Linguistica Educativa. APS
GISCEL – Gruppo di Intervento e Studio nel Campo dell’Educazione Linguistica
LEND – Lingua e Nuova Didattica
MOD – Società Italiana per lo Studio della Modernità letteraria
MOD scuola
SFLI – Società dei Filologi della Letteratura Italiana
SFLI scuola
SIFR – Società Italiana di Filologia Romanza
SIFR scuola – Società Italiana di Filologia Romanza – Sezione scuola
SLI – Società di Linguistica Italiana

Nuove indicazioni nazionali scuola, Valditara vuole una revisione con più spazio per arte e musica alla primaria: ecco la commissione nominata dal Ministro

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri