Indennità DSGA su più scuole, non può essere pagata. Manca accordo in conferenza unificata Miur-Mef

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei giorni scorsi, l’Anquap ha scritto al Mef, sollecitando il pagamento dell’indennità per il DSGA su più istituzioni scolastiche.

Richiesta Anquap

L’art. 39 del CCNL 19 aprile 2018 (triennio 2016/2018), scrive l’Anquap, prevede la proroga degli effetti del CCNL 10/11/2014, per la corresponsione ai DSGA impegnati su più scuole dell’indennità mensile fissata in € 214,00 lordo dipendente.

L’art. 2 c. 3 (CCNL 2018), prosegue l’Anquap, prevede che gli istituti a contenuto economico con carattere vincolato e automatico sono applicati dalle amministrazioni competenti entro 30 giorni dalla data di stipulazione del contratto medesimo.

Riposta del Mef

Secondo il Mef, l’articolo 39 suddetto proroga gli effetti del contratto del 10 novembre 2014 fino al termine dell’anno scolastico nel corso del quale è adottato l’accordo in sede di conferenza unificata (Miur – Mef) di cui all’art. 19 comma 5-ter del DL 6/7/2011 n. 98.

Considerato che la conferenza unificata non si è  ancora tenuta e che non sono stati indicati i risparmi per gli anni successivi (ai sensi dell’art. 19/5 del DL 98/2011), il sistema NoiPA e le RTS competenti per territorio non stanno procedendo al pagamento dell’indennità suddetta e non lo faranno sino a quando tale situazione non sia risolta.

Replica Anquap

Alla risposta del Mef ha replicato l’Anquap, affermando che:

“Non sta scritto da nessuna parte – e sarebbe manifestamente illogico – che la mancanza di accordo in Conferenza unificata sospende il pagamento dell’indennità mensile, altrimenti non avrebbe senso alcuno la proroga disciplinata dall’art. 39 del CCNL 19/04/2018.”

Risposta mef

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione