Indennità di disoccupazione Naspi e nuovo lavoro: quando si conserva il diritto

di Patrizia Del Pidio

item-thumbnail

In quali casi la Naspi, se il percettore trova un nuovo lavoro, viene sospesa e quando, invece, decade.

Volevo un informazione percepisco Naspi da 4 mesi adesso lavoro con un contratto di dimostrazione con un agenzia interinale,volevo chiedere cosa succede con la Naspi? Posso riprenderla quando finisco con l agenzia? In attesa colgo l occasione per potervi distinti saluti

Naspi, decadenza e sospensione

La decadenza o la sospensione della Naspi dipendono innanzitutto da il reddito che si percepirà con la nuova occupazione (anche se temporanea) e dalla durata della nuova occupazione. Cerchiamo di capire.

La Naspi si sospende nel caso la nuova occupazione non faccia percepire redditi superiori agli 8mila euro l’anno e se il contratto non supera, come durata, i 6 mesi.

Se il percettore di Naspi, invece, intraprende un nuovo lavoro subordinato con contratto superiore ai 6 mesi o con redditi superiore a 8mila euro la Naspi decade da diritto.

Se l’indennità è soltanto sospesa al termine del contratto di lavoro, l’erogazione riprende per il periodo residuo che ancora spetta.

Conclusioni

Nel suo caso, quindi, se l’indennità è sospesa o decade dipende dall’importo che percepirà con il lavoro in agenzia e dalla durata dello stesso. Se percepirà meno di 8mila euro e se il lavoro durerà meno di 6 mesi al termine dello stesso tornerà a percepire il periodo spettante di Naspi.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile