Incontro tra Anquap e la senatrice Francesca Puglisi : “Subito interventi normativi per le immissioni ATA”

WhatsApp
Telegram

Intervenire per assicurare i servizi strumentali di supporto indispensabili per le attività istituzionali delle scuole. Questa la posizione espressa oggi da Giorgio Germani, presidente di Anquap, l’Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche, alla senatrice Francesca Puglisi, relatrice della legge sulla “Buona Scuola”.

Intervenire per assicurare i servizi strumentali di supporto indispensabili per le attività istituzionali delle scuole. Questa la posizione espressa oggi da Giorgio Germani, presidente di Anquap, l’Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche, alla senatrice Francesca Puglisi, relatrice della legge sulla “Buona Scuola”. Una riforma giudicata per molti aspetti positiva e condivisibile, ma ancora carente su diversi fronti.
“Mancano i servizi amministrativi, tecnici ed ausiliari – spiega Germani – e manca il personale che attende a questi servizi. Si tratta di mancanze pesanti che a lungo andare faranno sentire i loro effetti negativi sul buon andamento e sulla funzionalità delle scuole. Una condizione che non può protrarsi ulteriormente. Deve essere rimossa attraverso interventi normativi, a completamento e implementazione della legge 107/2015, ed altri di natura amministrativa”.

Anquap ha messo a punto un vero e proprio decalogo degli interventi più urgenti di cui la riforma ha bisogno, a partire dal ripristino della disciplina su supplenze brevi e organico del personale ATA, con la definizione di una disciplina che ne consenta un piano straordinario di assunzioni, sbloccando le immissioni in ruolo, stabilendo nuove regole per il reclutamento e prevedendo la valorizzazione del merito. Tra le richieste, anche quelle di abolire i servizi esternalizzati per pulizia e sorveglianza e superare i contratti di CO.CO.CO. nelle segreterie scolastiche, una condizione inadeguata per le scuole ed insoddisfacente per gli interessati.

“La realizzazione di questi interventi – ha concluso Giorgio Germani – farebbe compiere alle scuole un ulteriore salto di qualità”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur