“Incontriamoci per una scuola di valore” – si chiude l’evento dedicato ai DSGA di tutta Italia

WhatsApp
Telegram

Giunge a conclusione la quattro giorni dell’evento “Incontriamoci per una scuola di valore”, convegno di formazione e aggiornamento professionale dedicato ai Direttori dei servizi generali e amministrativi di tutta Italia e più in generale all’intero mondo della scuola, svoltosi tra Palermo e Cefalù e organizzato dall’associazione professionale “DSGAONLINE” e dall’Istituto Professionale di Stato “Pietro Piazza” di Palermo.

L’evento ha riscosso grande successo ed interesse in termini di partecipazione, vedendo l’adesione di circa 150 DSGA provenienti da tutte le parti d’Italia e di diversi soggetti istituzionali, associazioni e sponsor di livello nazionale, nonché importanti personalità del mondo scolastico.

La grande partecipazione riscontrata, anche da parte dei giovani DSGA neo immessi dall’ultimo concorso pubblico del 2018, è segno di come la categoria professionale dei Direttori dei servizi generali e amministrativi sia interessata da importanti sensibilità e pulsioni in atto tesi alla valorizzazione del ruolo professionale, al quale va sicuramente riconosciuta maggiore dignità nelle scuole.

Tra i relatori si segnala la presenza di Susanna Granello, Francesco Marcato, Michele Ambrosio, Pietro Petrucci, Antonio Marcellino, Alessandro Quarta, Giovanbattista Tona, Riccardo Ganazzoli, Salvatore Giuliano e tanti altri.

Un grande merito va riconosciuto ad Andrea Gibaldi, DSGA palermitano nonché principale promotore ed organizzatore del convegno, che ha saputo concretizzare un’occasione formativa di non facile realizzazione, caratterizzandola con momenti di confronto professionale di alto profilo e tecnicismo, anche grazie alla presenza di importanti figure del mondo della scuola, alternati da attività dedicate alla valorizzazione del territorio e del patrimonio culturale palermitano.

A conclusione dell’evento Gibaldi ha ribadito che: “dal 19 al 21 maggio tra Palermo e Cefalù più di 150 tra Dsga e Ds hanno intrapreso un cammino di formazione e miglioramento, ma anche un cammino di amicizia. Sono state giornate piene di emozioni. Abbiamo imparato tante cose nuove, grazie a dei fantastici relatori.

Durante le tre giornate sono stati ricordati Giovanni Falcone Paolo Borsellino e tutte le vittime di mafia. Emozionante è stato il momento in cui è stato visionato il documentario di Giuseppe Di Lorenzo, sui i terribili giorni del 1992.

Ci siamo incontrati MA NON FINISCE QUI continueremo a percorrere questa strada, e faremo tanta anzi tantissima strada perché vogliamo rimanere uniti per crescere insieme per un una scuola di valore e dei valori, i valori della legalità e della trasparenza”.

Forte anche la partecipazione di AIDA SCUOLE, con la presenza del presidente Giuliana Sannito tra i relatori della tavola rotonda composta dai Dirigenti scolastici e i DSGA, dedicata ai temi sensibili della scuola. AIDA è sempre attenta alle rivendicazioni di categoria, reclamando un ruolo di primaria importanza della figura del DSGA. La Sannito precisa infatti che: “Si è concluso sabato 21 maggio l’evento di formazione e aggiornamento  “Incontriamoci per la scuola di valore”, che ha visto una partecipazione massiccia di direttori dei servizi generali amministrativi di tutta Italia, intervenuti a Palermo, per approfondire  tematiche sensibili sulle questioni normative di maggior interesse per le segreterie scolastiche.

Tanti gli approfondimenti, interessanti i dibattiti e numerosi gli argomenti trattati per una scuola migliore.

Ma anche una grossa presa di coscienza che l’auspicata centralità della Scuola italiana ai cui tutti miriamo, non può prescindere dall’analizzare e risolvere le problematiche che da troppi anni attanagliano il profilo e la categoria dei DSGA”.

Alberico Sorrentino, presidente del Movimento Nazionale Direttori S.G.A. e relatore di uno dei seminari tenuti durante l’evento, sottolinea il ruolo cruciale del DSGA: “Tre giorni intesi di formazione, che hanno ribadito ancora una volta come la scuola è un Ente completamente autonomo e come tale ha una complessità di gestione non indifferente. Dall’attività negoziale, alla transizione tecnologica. Dalle ricostruzioni di carriera con un focus particolare sul contenzioso, allo snellimento delle procedure amministrative.

Adempimenti che trovano un comune denominatore nel ruolo centrale del Direttore SGA e degli uffici di segreteria, per tale ragione il rinnovo contrattuale (del triennio 18/21) deve dare risposte immediate.

L’atto di indirizzo parla chiaramente di “Valorizzazione del personale DSGA”, queste parole devono tradursi in risorse da destinare all’unico funzionario direttivo della scuola, mediante la creazione dell’area delle Elevate professionalità. Dal punto di vista giuridico e contrattuale occorre dare dignità al ruolo, delineando i confini delle proprie mansioni e riconoscergli maggiori poteri attenuando in tal modo gli adempimenti posti in capo ai DS ma che nella pratica quotidiana sono svolti dal Direttore”.

La formazione costituisce una leva strategica fondamentale per lo sviluppo professionale del personale, per il necessario sostegno agli obiettivi di cambiamento e per un’efficace politica di sviluppo delle risorse umane.

L’importanza di occasioni di rilievo nazionale come questa va quindi sostenuta e valorizzata quale utile strumento finalizzato a comprendere e guidare i processi di innovazione che porteranno alla scuola del futuro.

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia