Incarichi presso altre pubbliche amministrazioni, dichiarazione importi percepiti entro il 30 novembre. Nota Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha pubblicato la nota n. 22212 del 08/11/2017, avente per oggetto l’Obbligo di dichiarazione ricognitiva di tutti gli incarichi in atto a carico della finanza pubblica, da parte dei titolari di rapporti di lavoro subordinato o autonomo con le pubbliche amministrazioni statali per l’anno 2017.

Il predetto obbligo discende dal DPCM del 23 marzo 2012 “Limite massimo retributivo per emolumenti o retribuzioni nell’ambito di rapporti di lavoro dipendente o autonomo con le pubbliche amministrazioni statali”.

Con la nota, in sostanza, si ricorda che i dipendenti che intrattengono con il Miur – sia livello Centrale che Periferico – un rapporto di lavoro, dirigenziale e non, subordinato o autonomo, devono produrre una dichiarazione  riguardante tutti gli incarichi in atto a carico della finanza pubblica, con l’indicazione dei relativi importi.

Si chiarisce, inoltre, che la dichiarazione deve riguardare il trattamento retributivo percepito annualmente, ossia il trattamento comprendente le indennità e le voci accessorie, le eventuali remunerazioni per incarichi ulteriori o consulenze conferiti da amministrazioni pubbliche diverse da quelle di appartenenza nonché importi derivanti da trattamenti pensionistici o assimilati.

La dichiarazione, resa ai sensi degli articoli 47 e 38 del
d.P.R. n° 445 del 2000, va presentata entro il 30 novembre p.v.

Ricordiamo, infine, che il limite massimo retributivo percepibile da altre pubbliche amministrazione, è di € 240.000,00.

nota e modello dichiarazione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare