Inaugurazione anno scolastico Giannini: il valore del numero 1

Stampa

Il discorso di inaugurazione dell’anno scolastico della Giannini spazia in diversi campi dell’istruzione ma pone l’accento sull’importanza del numero 1.

A Sondrio, oggi, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, hanno presenziato all’inaugurazione del nuovo anno scolastico cui hanno fatto da spettatori 1800 studenti di tutta Italia selezionati dagli USR tra quelli delle scuole in cui si sono realizzati percorsi e progetti didattici di eccellenza.




Nel corso del suo intervento il ministro Giannini ha enfatizzato quanta sia la responsabilità che è nelle mani delle scuole, degli insegnanti e degli stessi alunni. Il ministro parla dei valori della solidarietà ricordando che sono stati toccati drammaticamente con il recente sisma che ha colpito, a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico, le regioni del Centro Italia affermando che uno degli atti volti a riportare la normalità nelle zone colpite dal terremoto è proprio quello riuscire a riportare la scuola al centro di quelle comunità è stata un’impresa importante. Proprio per le popolazioni colpite dal sisma l’augurio del ministro non si limita all’inizio dell’anno scolastico ma per l’inizio di un cammino di ripresa dell’intera comunità.
Il Ministro, poi, passa a parlare di quello che è stato il progetto del governo nei confronti dell’istruzione, cercando di aprire la scuola a nuove esperienze e afferma di non volersi limitare ad augurare un buon anno scolastico, come si fa ogni volta che si parla di scuola, ma di voler parlare del numero 1. Secondo il ministro il numero 1 è quello che indica e segna ciascuno degli studenti che frequentano la scuola, con le proprie esperienze e il proprio vissuto. Nell’anno delle Olimpiadi la scuola, tra tutti i vari valori che deve poter esprimere, dovrebbe concentrarsi anche sullo sport che la scuola può e deve poter integrare nella didattica.
Il ministro afferma che la scuola fa la scuola quando tira fuori da ciascuno di noi quello che abbiamo dentro e la missione educativa dovrebbe essere quella di valorizzare al meglio le competenze di ognuno. Il Ministro, infine, dedica l’inizio del nuovo anno scolastico al valore dell’unità nazionale e al valore dell’amicizia.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata