Inaugurato il murale di Millo nel quartiere Sperone di Palermo: l’ottava opera che arricchisce il nuovo “parco d’arte urbana” della città

WhatsApp
Telegram

Si intitola “Adduma” (ita. accendere) il nuovo murale di Millo allo Sperone promosso da Sperone167, l’ottava opera nel quartiere che arricchisce il nuovo parco d’arte urbana della città di Palermo. Un bambino mentre sale le scale di una botola aperta verso il cielo per accendere una luce sul proprio quartiere.

Con oltre 120 opere murarie nel mondo salendo a quota 27 metri su una palazzina di viale Giuseppe Di Vittorio, l’artista descrive così la sua opera consegnando il suo murale alla città: “Salendo una scala immaginaria sospesa sulla città attraverso una piccola botola fino ad arrivare ad accendere una luce che mostri agli occhi attenti ciò che manca quando le istituzioni sono lontane e la vita si fa difficile, ma che soprattutto illumini ciò che più vorremmo vedere: i nostri sogni avverarsi e le nostre battaglie vinte. Spero che questa opera possa far parlare di un quartiere dalle infinite potenzialità e possa mostrare a tutti che anche se in salita, bisogna sempre provarci”.

L’inaugurazione di mercoledì 14 giugno è stata una festa per tutti con il contributo musicale di Chiara Costa, La Bottega delle Percussioni, Mavarìa, Mistical Sound, Southside Record, le voci e il confronto tra il quartiere e Sperone167. Una festa partecipata da residenti tutte le età e da cittadini provenienti da altri quartieri nonostante le minacce di pioggia.

Oltre agli eventi collaterali, l’Alleanza Creativa Sperone167 che ha promosso l’iniziativa ha restituito un campo di bocce e delle panchine sotto la nuova parete di viale Giuseppe Di Vittorio come spazio pubblico negato e restituito ai cittadini. Fondamentale il lavoro dei volontari di Sperone167 e degli abitanti del quartiere che hanno partecipato attivamente e con grande entusiasmo.

L’intervento attivato da Sperone167 fa parte di un processo di rivitalizzazione dal basso attraverso il potere rigenerativo delle arti a cui hanno aderito associazioni, imprenditori, istituti scolastici e liberi cittadini con lo scopo di accendere i riflettori sulle fragilità dei quartieri simbolo delle periferie di tutto il mondo contribuendo ad una narrazione diversa rispetto alle cronache. Le azioni di Sperone167 non usufruiscono di finanziamenti pubblici. L’Alleanza crede nella partecipazione attiva e nei movimenti dal basso, nell’autodeterminazione e nella giustizia sociale.

I fondi per realizzare l’esperienza di Millo sono stati raccolti attraverso una festa di finanziamento che nel mese di marzo ha animato il locale “I Candelai” di Palermo e in partnership con Kukla Viaggi, Lilia Ricca Ufficio Stampa, Palma Nana, Retake Palermo, SudTitles, Tecnocasa, EcolSea, Moltivolti, I Giardinieri della Rosa Nera, Rui Lab, C.D.G. Costruzioni, Sinergie Group, Palermo Bimbi, Southside, Minimupa, La Bottega delle Percussioni. Determinante il contributo raccolto durante i Walking Tour, molti dei quali realizzati per studenti in viaggio d’istruzione.

Fanno parte dell’Alleanza Creativa Sperone167: Caparol, Igor Scalisi Palminteri, Afea Art & Rooms, Chekos, I.C.S. “Sperone-Pertini”, Federalberghi Palermo, Shot, Davide Currao, Odd, L’Arte di Crescere Odv, A Casa di Amici, Al Reve’s, Sartoria Sociale, Day Tour Sicily, Palermo Guide Tour, Giulia Briguglia, Circ’Opificio, Hotel Porta Felice, 167/B Street, I.C.S. “Stomeo-Zimbalo”, Bfake, Dario Castiglione, Gaspare Monte, Travel On Art, Antonio Carlotta.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso