Inaccettabile che studenti rimangano feriti mentre fanno lezione. Cangemi: rendere scuole sicure

Stampa

Non è possibile accettare che delle ragazze debbano rimanere ferite mentre fanno lezione. Non è possibile accettare quello che è accaduto al liceo Quintiliano di Siracusa.

Non è possibile accettare il rischio a cui sono sottoposti ogni giorno migliaia di studenti, docenti, lavoratori tecnici ed amministrativi che operano, in tutta la Sicilia, in istituti al di sotto di ogni livello di sicurezza-ha dichiarato Luca Cangemi, della lista Potere al Popolo.

Sono evidenti le responsabilità delle Regione Siciliana che ha smantellato le amministrazioni Provinciali, senza curarsi di che fine avrebbero fatto i settori di loro competenza. Così come è evidente che la propaganda dei governi Renzi e Gentiloni sulle scuole “belle e sicure” rappresenta un altro imbroglio

“Potere al Popolo” si batte per un piano, adeguatamente finanziato, che adegui l’intero patrimonio edilizio scolastico pubblico, rendendolo sicuro e adatto alle attività didattiche. Questo piano creerebbe, tra l’altro, migliaia di posti di lavoro nella nostra isola.

Basterebbe una frazione di quanto oggi si spende per le spese militari per finanziare adeguatamente questo piano. È precisamente questo l’obiettivo di Potere al Popolo- ha concluso Cangemi.

Calcinacci crollati in un’aula del Liceo Polivalente Quintiliano di Siracusa

Stampa

Eurosofia, Corso sul nuovo PEI in ICF a cura della Dott.ssa Chiocca. Nei prossimi incontri esempi operativo/pratici a cura del Dott. Ciraci. Iscrizioni aperte