In Veneto si studierà storia dell’emigrazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nelle scuole del Veneto si insegnerà storia dell’emigrazione veneta, grazie ad un protocollo di intesa tra Regione, Ufficio scolastico regionale e associazioni dei ‘Veneti nel Mondo’.

La storia dell’emigrazione veneta, fatta salva l’autonomia degli istituti, si potrà insegnare nelle scuole di ogni ordine e grado della regione.

“Da diversi anni – ha detto l’assessore all’Istruzione, Elena Donazzan – le associazioni pongono l’esigenza di poter raccontare nelle scuole la storia di una parte significativa della nostra gente e delle nostre terre. Con la firma di oggi diamo la possibilità, ferma l’autonomia di ogni scuola, di strutturare dei percorsi utili per l’approfondimento su temi che riteniamo particolarmente utili e contemporanei, visto che troppo spesso vengono fatti paragoni tra l’immigrazione odierna, in cui l’Italia è soggetto protagonista nelle dinamiche mondiali, e quella dei Veneti nel mondo. Studiandone la storia, ci si può invece rendere consapevoli delle molte differenze”.

Il protocollo, che si inserisce nel solco della legge nazionale, che prevede che le scuole facciano approfondimenti di tipo territoriale, e di quella regionale del 2017, che favorisce e valorizza tali percorsi, stabilisce che la Regione presieda una commissione di coordinamento, all’interno della quale troveranno posto anche due rappresentanti delle associazioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione