In Uzbekistan la scuola viaggia in bus e va a casa degli studenti delle zone rurali [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Se Maometto non va alla montagna, la montagna va a Maometto. È proprio il caso di dirlo. Accade in Uzbekistan con il progetto “Scuole Mobili” per portare l’istruzione nei villaggi più remoti e meno accessibili del Paese

“Le scuole mobili permettono ai bambini dai 3 ai 7 anni di accedere a un’istruzione di qualità, anche nei più remoti villaggi delle zone rurali – afferma Zilola Masharipova, una delle insegnanti in un’intervista al network Euronews –. Questo permette loro di godere di opportunità pari a quelle dei loro coetanei che vivono in città”.

A sostenere l’Uzbekistan in questo processo è anche la Banca Mondiale. “Sosteniamo un approccio educativo basato sulla centralità dei bambini – spiega Marco Mantovanelli, responsabile della Banca Mondiale in Uzbekistan –. Un approccio che li stimoli fin dalla più tenera età, a risolvere i problemi. Una simile attitudine è cruciale per aiutarli a svilupparne un approccio positivo al seguito del loro percorso formativo”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur