In una scuola niente attività per la festa del papà, la direttrice: “Non esiste più la famiglia modello. Dobbiamo rispettare tutte le situazioni”

WhatsApp
Telegram

In una scuola dell’infanzia a Viareggio è stato cancellato il laboratorio dedicato alla festa del papà. Una scelta, presa dalla direttrice dell’istituto, che ha fatto infuriare molti genitori.

Cinque o sei genitori – ha spiegato la direttrice Barbara Caterini al quotidiano La Nazione– sono venuti a lamentarsi da me perché non trovavano giusto che in quel giorno i loro figli, che non avevano il papà, venissero esclusi da quell’attività e venissero pertanto indirizzati da un’altra parte. Ho trovato le loro lamentele condivisibili, perché un laboratorio organizzato in questo modo è discriminatorio nei confronti di chi non ha un papà. Pertanto dovrà essere organizzata un’altra attività con modalità diverse dove possano partecipare tutti i bambini accompagnati dal padre, dalla madre, da un nonno, da uno zio”.

Secondo la direttrice, infatti, bisogna accettare il fatto che “viviamo in una società diversa da quella di 50 anni fa. Non esiste più una famiglia modello. Oggi ci sono situazioni aperte e particolari che devono essere rispettate e tutelate. Soprattutto da una scuola“.

Decisione che però ha creato proteste partite dalle famiglie: “Era una festa programmata a inizio dell’anno scolastico. Perché solo all’ultimo momento è stato deciso di annullarla? Veniamo da tre anni di Covid in cui non era possibile fare nulla. Ci sono bambini che sono all’ultimo anno e che aspettavano in gloria questo giorno per condividere un po’ di tempo con il loro papà. Fra l’altro ci sono anche famiglie in cui il padre per motivi di lavoro ha poco tempo da dedicare ai figli e quello era per lui e per il figlio un momento importante. Qualcuno aveva chiesto un permesso per partecipare alla festa. Invece che annullarla del tutto poteva essere riprogrammata permettendo anche alle mamme o ad altri componenti della famiglia di partecipare. I bambini sapevano della festa e adesso non è facile fargli capire che non ci sarà“.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri