In una scuola di Olbia mancano le aule, studenti costretti alla Dad. M5S chiede chiarezza su quanto accaduto

WhatsApp
Telegram

Gli studenti del Liceo Scientifico Mossa di Olbia stanno affrontando un anno scolastico difficile a causa della mancanza di cinque aule. Questo ha portato a periodi di didattica a distanza, contestati dai liceali con il sostegno del consigliere regionale M5S Roberto Li Gioi.

Il consigliere ha espresso amarezza riguardo alla situazione, poiché l’area identificata in precedenza per la costruzione del Polo dei Licei, zona Bandinu, è stata scartata a causa di problemi burocratici insormontabili. Attualmente, il Comune ha individuato una nuova area in città, nel quartiere di Sa Minda Noa, e sta per bandire la gara d’appalto per la progettazione del primo lotto di lavori.

Il consigliere ha chiesto che il processo burocratico venga chiarito e che gli studenti vengano fornite risposte certe. Inoltre, ha fatto presente che gli studenti continuano a svolgere la loro attività didattica in aule precarie e senza palestra.

Il giorno della protesta, è stato pubblicato un documento sull’albo pretorio, in cui la Provincia invita a presentare offerte per la locazione di edifici da adibire a aule scolastiche per il Liceo Mossa.

Questo lascia ben sperare per un futuro senza didattica a distanza. Le caratteristiche richieste per l’immobile sono adeguate per un utilizzo scolastico, con aule, WC, spazi e ambienti accessori per ospitare cinque classi, con una superficie minima complessiva di 250 mq. L’immobile dovrà inoltre essere munito di tutte le certificazioni necessarie in base alle norme in materia di edilizia scolastica.

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni