In una scuola di Brescia bambini non cantano “Astro del ciel” per non offendere le altre fedi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Gli alunni della scuola non cantano Astro del ciel per “non offendere altre fedi” ed è polemica. È accaduto nel corso del “Saggio di Inverno” in provincia di Brescia.

I bambini hanno intonato la melodia ma senza cantarne le
parole.

“Anche se lo Stato e la scuola si dichiarano laici nella
loro autonomia, vorremmo che nelle scuole sul territorio si
facessero “Concerti di Natale” e non “Saggi d’inverno” dove i
ragazzi si sentano liberi di cantare “Astro del Ciel” senza
pensare di poter offendere od escludere gli scolari che
appartengono ad altre culture o ad ad altre religioni o si
dichiarano atei”, ha detto l’assessore alla cultura del comune
Bresciano Elena Franceschini.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione