In Trentino la scuola continua in presenza: “I dati sui contagi ce lo consentono”. Ordinanza [PDF]

Stampa

La via trentina per il proseguimento dell’anno scolastico. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, in conferenza stampa, spiega la scelta.

“Premesso che ogni decisione è stata finora presa sulla base di una ‘diagnosi’ continuamente aggiornata della situazione epidemiologica da parte dei nostri esperti sanitari – ha detto Fugatti – abbiamo ragione di ritenere che per il momento in Trentino possono continuare le lezioni a scuola così come fatto finora, senza applicare la didattica a distanza e continuando ad osservare tutte le misure di sicurezza finora adottate. Miglioreremo ulteriormente il servizio del trasporto scolastico, con l’obiettivo di diminuire la portata degli autobus, tenuto conto però che stiamo facendo il massimo con i mezzi pubblici e privati disponibili”.

Dunque viene ribadito il no alla didattica a distanza per le superiori (il governo chiedeva almeno il 75% delle lezioni in modalità digitale): secondo Fugatti in Trentino il problema non sono le scuole (ci sono in questo momento più di 100 classi in quarantena su 4900); le maggiori criticità sono i trasporti e gli assembramenti di studenti fuori dalla scuola.

ORDINANZA [PDF]

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia