In Svizzera aumentate le minacce e le molestie nei confronti dei docenti

Stampa

Sono aumentate le minacce e le molestie nei confronti dei docenti: lo afferma, in un’intervista al quotidiano locale “SonnatagsBlick”, Beat Schwendimann, responsabile dell’ufficio pedagogico dell’Associazione svizzera degli insegnanti.

La pandemia ha aggravato la situazione: “I toni nella società e nella politica si sono fatti più duri negli ultimi anni, i conflitti si inaspriscono più rapidamente e con maggiore facilità, questo sviluppo sociale globale non si è fermato all’ingresso delle scuole”. A soffrire è il fulcro dell’attività, cioè l’insegnamento stesso.

Secondo Schwendimann il coronavirus ha cambiato drasticamente la vita quotidiana dei docenti: “Il passaggio all’insegnamento a distanza e le misure di protezione in classe hanno messo molti insegnanti sotto pressione a livello fisico e psicologico. L’epidemia ha comportato un ulteriore onere di lavoro e un crescente sforzo organizzativo”.

Accertamento medico in CMV: relazione del dirigente scolastico per il Collegio Medico

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur