In Sicilia donne sfigurate e orfani di femminicidi potranno essere assunti per chiamata diretta nella Pubblica amministrazione

WhatsApp
Telegram

La Sicilia si distingue con una nuova normativa rivoluzionaria: le donne sfregiate e gli orfani di femminicidi avranno ora la possibilità di essere assunti direttamente dalla pubblica amministrazione.

La decisione, approvata dall’Assemblea regionale siciliana, rappresenta un passo significativo verso il supporto e l’integrazione sociale di queste vittime.

Le donne vittime di violenza che hanno subito deformazioni o sfregi permanenti al viso, così come gli orfani di femminicidio, saranno ora eleggibili per assunzioni dirette. La misura è un’estensione di una legge regionale esistente che già prevedeva tali benefici per le vittime di mafia. La normativa abbraccia un ampio spettro di entità pubbliche, inclusi la Regione siciliana, enti locali, aziende sanitarie e istituti sotto la loro supervisione.

L’iniziativa si pone come un ponte verso la giustizia sociale, riconoscendo il bisogno di supportare attivamente individui profondamente colpiti da tragedie personali. Attraverso l’offerta di opportunità lavorative dirette, la legge non solo mira a facilitare la reintegrazione sociale delle vittime, ma anche a fornire un sentiero concreto verso la stabilità economica e l’autosufficienza.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri