In sciopero della fame contro la Dad: da 10 giorni la protesta di un papà

Stampa

“Sto bene tutto sommato, anche se oggi, il decimo giorno, è stato impegnativo. Fame non ne provo già dal terzo giorno, ma sono fiacco”. A parlare è Luca, il papà novarese che ieri ha superato i dieci giorni di sciopero della fame.

Luca, che ha due figli di 14 e 16 anni, è un educatore professionale e, nonostante la sua azione di protesta, in questi giorni non ha mai smesso di lavorare.

Sento come un leggero stordimento. Al lavoro ho avuto qualche capogiro, ma nulla di che“. Luca non perde di vista le ragioni del suo gesto: dare un segnale forte di dissenso rispetto alla scelta di tenere le scuole chiuse e di costringere i ragazzi alla didattica a distanza

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur