In Sardegna approvata la legge sulla lingua sarda: si insegnerà la sua storia a scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Regione Sardegna ha una legge di disciplina organica della lingua sarda e delle altre lingue parlate nell’isola: catalano, gallurese, sassarese e tabarchino.

Il testo unificato «Disciplina della politica linguistica regionale» è stato varato oggi dal Consiglio regionale con 25 voti favorevoli e 20 contrari e garantisce uno status ufficiale all’idioma dell’Isola e riattivare la trasmissione intergenerazionale delle competenze linguistiche.

Con questa legge la Sardegna attua anche la riforma Moratti sulla quota regionale dei piani di studio, cosa che consentirà di insegnare la storia della lingua sarda nelle scuole.

Il Consiglio stanzia 500mila euro per far partire la macchina, 3,2 milioni per il 2019 e 3,3 per il 2020. Per l’assessore alla Cultura.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione