In pensione con 56 e 59 anni: quali possibilità ci sono

di Lucrezia Di Dio

item-thumbnail

Quali sono le possibilità di pensionamento per chi nel 2019 ha 56 e 59 anni di età unitamente a 39 anni di contributi? Vediamo il caso dei nostri lettori.

  1. Ho 56 anni e ho 39 anni di contributi, faccio parte delle categorie gravosi quando potrò andare in pensione?
  2. Il 31 gennaio avrò 59 anni. Lavoro come dipendente comunale dal 16 giugno 1980 senza interruzioni. Quando potrò andare in pensione con l’opzione 41 anni lavorativi? Grazie per la vs cortesia

Quota 41 precoci, requisiti e pensionamento

  1. Rientra nella categoria dei lavoratori precoci ed essendo anche un lavoratore addetto alle mansioni gravose raggiunto il requisito dei 41 anni di contributi dovrà attendere i 3 mesi (anche continuando a lavorare) per la decorrenza del trattamento pensionistico. Le consiglio, nell’anno in cui raggiunge i 41 anni di contributi, di presentare la domanda di riconoscimento delle condizioni entro il 1 marzo per non mandare la pratica di pensionamento troppo per le lunghe.
  2. Purtroppo, facendo la differenza tra età e contributi versati non penso che lei rientri tra i lavoratori precoci (è richiesto di aver versato almeno 12 mesi di contributi derivanti da lavoro effettivo prima del compimento dei 19 anni). Per questo motivo non rientra tra coloro che possono fruire del pensionamento  con 41 anni di contributi con la quota 41.
    Essendo donna, però, potrà accedere alla pensione anticipata al raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi di contributi (attendendo dopo aver raggiunto tale requisito 3 mesi per la decorrenza del trattamento pensionistico).
Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: