In Lombardia 40mila cattedre a supplenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’allarme è stato lanciato della CGIL riportato ieri dall’ANSA e che che lancia l’allarme su una situazione esplosiva per quanto riguarda le supplenze nella regione.

40mila cattedre vuole in Lombardia

40 mila, questa la cifra delle cattedre vuote che andranno a supplenza e che, in molti casi, afferma il segretario locale, saranno coperte ad “ottobre-novembre”.

Una situazione che si aggrava rispetto allo scorso anno, quando le supplenze erano a 37mila, assegnando cattedre a persone che non avevano titolo. Ma è stato necessario”. E’ successo persino nelle scuole primarie anche se il problema principale riguarda i docenti di sostegno.

“Su 5000 posti vacanti per l’immissione in ruolo – aggiunge – l’anno scorso solo 200 sono stati coperti. I corsi di specializzazioni iniziati lo scorso anno si devono concludere e i numeri che il Ministero assegna alle università che devono fare i corsi sono insufficienti. Ripeto la situazione è esplosiva”.

Emergenza supplenze

Nel complesso, secondo stime sindacali, i posti vacanti coperti a supplenze in tutta Italia si aggireranno per il 2019/20 intorno ai 150-170.

Una emergenza che il Ministro ha già detto di star affrontando con le assunzioni e con l’avvio dei PAS e di tre concorso, uno straordinario e due ordinari.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione