In Italia pochi laureati, competenze insufficienti e bassa comprensione inglese

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Dati Rapporto Censis: pochi laureati, molti abbandoni scolastici, basse competenze. Quadro negativo del sisetma educativo italiano.

Non sono positivi i numeri emersi dal Rapporto Censis per ciò che riguarda la scolarizzazione degli italiani rispetto alla media Ue.

Più del Il 52% dei 60-64enni si è fermato alla licenza media, contro il 31% della media Ue; tra i 25-39enni il 26,4% non ha conseguito un titolo di studio superiore, contro il circa 16% della media Ue; il 14,5% dei 18-24enni  non possiede né il diploma, né la qualifica e non frequenta percorsi formativi. I più problematici sono i giovani del Sud e gli stranieri.

Competenze sempre più scarse, se si guarda alle percentuali riferite da Il Sole 24 Ore: il 34,4% degli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado non raggiunge livelli di competenza alfabetica adeguata, e non va meglio negli istituti secondari di secondo grado.

A questo si aggiunge la bassissima comprensione della lingua inglese parlata (40% scuole medie, 64% superiori).

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione