In Finlandia scuola dell’obbligo estesa da agosto fino a 18 anni

Stampa

Dal 1° agosto in Finlandia la scuola sarà obbligatoria fino ai 18 anni d’età – estendendola quindi di due anni – e sarà anche completamente gratuita per tutti.

Fino ad oggi, la scuola, unica, si iniziava a 7 anni e si finiva a 16, obbligatoriamente. Poi, lo studente poteva scegliere se frequentare un liceo, con due indirizzi: uno generico per il proseguimento degli studi e propedeutico all’università e uno professionale per l’inserimento nel mondo del lavoro.

In Finlandia i ginnasi e licei non esistono più da anni classi rigide e suddivise. Al contrario ci sono gruppi di studio di studenti creati a partire da accordi tra docenti e discenti a seconda delle materie in cui questi ultimi si mostrano più o menodotati, capaci o interessati.

Adesso come segnala l’agenzia di stampa Dire, con i due anni in più per tutti, oltre ad aumentare il livello di istruzione e competenza del paese, si potranno anche ridurre i divari di apprendimento e quindi anche la discriminazione nell’istruzione e la marginalizzazione, mirando a un’uguaglianza sociale. Inoltre, il governo sostiene che queste misure favoriranno la crescita del tasso di occupazione.

Per la Finlandia, poi, la gratuità starà a significare, come ricordava la testata ‘Foreigner.Fi’ lo scorso 16 ottobre, che “l’istruzione e i pasti quotidiani (come già attualmente accade) saranno gratuiti, insieme a libri di testo e altri materiali necessari per l’insegnamento, strumenti, abiti da lavoro e materiali, e i cinque test richiesti per l’esame di immatricolazione, comprese le ripetizioni degli stessi nel caso di fallimento”. Addirittura, chi, tra gli alunni del livello secondario superiore, dovesse viaggiare per più di 7 chilometri per arrivare a scuola, avrebbe diritto a farlo gratis.

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”