In Emilia Romagna la scuola inizia di venerdì. I bagnini protestano: “Peccato, perdiamo un weekend, le lezioni inizino a ottobre”

WhatsApp
Telegram

Riccione, nota località della riviera romagnola, sta affrontando una stagione turistica particolarmente contrastante. Nonostante le alte temperature e le belle giornate, l’apertura anticipata delle scuole e la chiusura precoce di alcuni alberghi stanno gettando un’ombra sul suo tradizionale afflusso turistico.

Secondo i bagnini locali, pur rimanendo ottimisti e sperando in condizioni meteorologiche favorevoli, molti prevedono di rimanere aperti fino ai primi di ottobre. Tuttavia, l’anticipazione dell’inizio dell’anno scolastico ha gettato un’ombra su questo entusiasmo. Simona esprime tristezza per questa situazione: “È un peccato che la scuola cominci così presto con l’estate sempre più spostata in avanti”, spiega a Il Resto del Carlino.

Tale sentiment viene sottolineato dal fatto che alcuni hotel, soprattutto quelli non direttamente sul lungomare, hanno già terminato la stagione. E mentre alcune strutture balneari si impegnano a mantenere viva l’atmosfera estiva, l’inizio delle lezioni rappresenta un ostacolo tangibile. “Con l’apertura della scuola, l’inizio di venerdì per noi è stata una mazzata”, afferma Barbara sottolineando la realtà del calo delle presenze.

Diego riflette sulla ricorrente questione delle chiusure stagionali e sull’impatto dell’inizio della scuola. Pur riconoscendo l’importanza di mantenere le spiagge e la città attraenti, Diego nota che la realtà alle loro spalle spesso differisce dall’ideale. Quanto alla possibile ricalibrazione del calendario scolastico, ammette che non sarà facile.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: corso di formazione Eurosofia. Webinar di presentazione il 26 luglio ore 17.00