In classe senza mascherine, ma con rispetto delle distanze. Sentenza TAR

Stampa

Il Tar del Lazio, con sentenza 9343/2021 si è pronunciato sulla legittimità della misura contenuta nel DPCM del 14 gennaio 2021 che prevede l’obbligo per gli studenti dai 6 anni (dalla primaria) in su ad indossare le mascherine a scuola anche in situazione di staticità al banco anche ove fosse possibile svolgere le ore scolastiche nel rispetto delle distanze previste dalla normativa emergenziale.

Cosa chiedevano i ricorrenti

Principio bocciato dai giudici che hanno accolto le istanze dei ricorrenti che hanno lamentato lamentato la sproporzione e l’arbitrarietà del provvedimento. Alla base la mancanza di prove scientifiche che diano certezza che la mascherina non possa essere rimossa in condizioni di staticità e in cui le distanze non vengano modificate.

Secondo i ricorrenti, inoltre, il provvedimento era in contrapposizione con quanto indicato dall’OMS e dall’Unicef, oltre che dal CTS. Inoltre, i ricorrenti hanno evidenziato come i potenziali danni psicologici subiti dei più piccoli, che si trovano in una delicata fase evolutiva, possa essere superiore ai benefici.

La sentenza

La sentenza, quindi ritiene “illegittimo il d.P.C.M. 14 gennaio 2021 nella parte in cui impone l’uso delle mascherine a scuola anche in situazione di rispetto delle distanze previste dalla normativa emergenziale Civid-19 e senza prevedere alcuna misura al fine di garantire che un minore, pur privo di patologie conclamate, possa essere esonerato dall’uso della mascherina in classe ove risenta di cali di ossigenazione o di altri disturbi o difficoltà

Improcedibilità

I giudici hanno dato ragione ai ricorrenti, sebbene abbiano dichiarato “improcedibile” la sentenza, dal momento che è stata ottenuta su un provvedimento scaduto.

D’altro canto, in caso di possibilità di accertamento del danno psicologico subito dallo studente, sarà possibile avviare procedure per il risarcimento danni.

Mascherine confermate

Una sentenza che, però, non ha fatto “politica”. Nel senso che, nonostante le raccomandazioni del CTS proponessero la possibilità di abbassare la mascherina in caso di rispetto delle distanze e in condizioni di staticità, il Ministero ha nuovamente optato per il loro uso anche al banco ed anche per i più piccoli.

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”