In Campania “stop mascherine e studenti in classe come nelle altre regioni”. Monta la protesta

Stampa

Nel giorno in cui nel resto d’Italia decade l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, in Campania l’obbligo permane fino al 31 luglio a seguito di un’ordinanza emessa dalla Regione Campania. Ordinanza di cui non tutti sono a conoscenza e che non piace a chi invece è già stato informato.

E così, riporta l’Ansa, camminando per la centralissima via Toledo non è raro imbattersi e incrociare cittadini che camminano senza indossare il dispositivo di protezione.

A non portare la mascherina gruppi di ragazzi ma anche adulti e persone anziane perché spiegano “fa troppo caldo e respirare con la mascherina è troppo faticoso e poi – aggiungono – ci siamo vaccinati“.

I cittadini in alcuni casi si dicono “stanchi” delle maggiori restrizioni imposte in Campania. “Lo Stato ha deciso che le mascherine si possono togliere all’aperto se distanziati – evidenzia una donna – ma la Campania non fa parte dell’Italia? Già con la scuola i nostri ragazzi sono stati in Dad praticamente tutto l’anno mentre nelle altre regioni si andava in presenza. Le regole devono essere uguali per tutti“.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur