In Campania resta obbligatorio l’uso delle mascherine all’aperto: De Luca tira dritto

Stampa

In Campania resta obbligatorio l’uso delle mascherine all’aperto “in ogni situazione in cui non possa  essere garantito il distanziamento interpersonale o quando si configurino assembramenti o affollamenti”: lo prevede una ordinanza firmata poco fa dal governatore De Luca, che spiega “si tratta del 95% dei casi”.

L’uso delle mascherine “resta obbligatorio, sul territorio regionale,  in ogni luogo non isolato – ad esempio centri urbani, nelle piazze, sui lungomari nelle ore e situazioni  di affollamento –  nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, o nei trasporti pubblici all’aperto quali traghetti, battelli, navi”.

Poi “apprendiamo che si sta diffondendo la variante Delta e che la Campania ha già dei focolai di variante Delta.
Se consideriamo il fatto che chi ha fatto solo la prima dose non è al riparo dalla variante Delta, e se consideriamo il fatto che mancano all’appello centinaia di migliaia di cittadini che non hanno aderito o fanno finta di non capire, ci rendiamo conto che si sta preparando una nuova chiusura pesante, a Napoli e forse in altri territori della regione. Se abbiamo rigore e senso di responsabilità – ha aggiunto De Luca – noi avremo la possibilità di aprire tutto per sempre”.

Poi aggiunge: “Se facciamo gli irresponsabili faremo finta di riaprire e di fare un po’ di demagogia per un mese, ma poi avremo un problema drammatico in autunno. Sia detto oggi perché ognuno sia consapevole delle proprie scelte e dei rischi che corre lui e che fa correre alla propria famiglia”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur