In aula 11 gradi, 500 studenti protestano. La preside: “Non condivido astensione da lezioni, il problema non è stato sottovalutato”

WhatsApp
Telegram

Temperatura in aula 11 gradi, circa 500 studenti protestano fuori dalla scuola: è successo stamattina a Bergamo. “In alcune aule dell’Istituto la temperatura varia da 11 a 14 gradi e tutti gli alunni soffrono il freddo. La Provincia non risponde alle mail mandate dagli alunni per richiedere la sistemazione delle pompe di riscaldamento”, ha spiegato una rappresentante d’istituto.

Come scrive l’Ansa, già lo scorso 2 dicembre gli studenti avevano mandato una mail con 800 firme al Servizio edilizia scolastica della Provincia per chiedere una soluzione al problema.

“I tecnici provinciali sono intervenuti ma non c’è stata per ora la soluzione effettiva al problema – ha detto la ds Chiara Pardi: come dirigente non condivido questa forma di astensione dalle lezioni, senza che ci sia stata un’effettiva sottovalutazione del problema da parte della Provincia. Ieri mattina alcune aule erano fredde, quindi sarebbe auspicabile che la Provincia tenesse accesa più a lungo la caldaia, soprattutto fra il sabato e la domenica”.

“Il controllo dei tecnici viene effettuato quotidianamente con l’impianto funzionante in manuale, anche a partire dalle due e mezzo di notte, che a volte si blocca e genera appunto l’abbassamento della temperatura negli ambienti. L’Istituto Archimede rientra tra quelli che saranno sottoposti al progetto di efficientamento energetico con il controllo da remoto delle pompe di riscaldamento: è programmato, ma sarà realizzato da aprile in poi” fa sapere il Servizio edilizia scolastica della Provincia.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro