In arrivo 200 milioni per incentivare le assunzioni dei giovani Neet

WhatsApp
Telegram

L’Anpal, Agenzia nazionale per le politiche attive, insieme al ministero del Lavoro, è pronta a rifinanziare con 200 milioni il “bonus occupazionale” di Garanzia giovani.

Le risorse arrivano dalla Ue, e serviranno per riconoscere l’incentivo economico a tutti i datori di lavoro privati che, nel 2017, assumeranno, da Milano a Palermo, giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, iscritti al programma Youth Guarantee, e quindi “Neet” non inseriti in percorsi di studio o formazione e senza un impiego, dopo aver assolto il diritto-dovere all’istruzione e formazione se minorenni.

Si partirà a gennaio, la misura affiancherà la decontribuzione per le assunzioni al Sud di giovani e over50 disoccupati, finanziata per tutto il prossimo anno con ulteriori 530 milioni, il budget complessivo sarà, quindi, di 730 milioni.

Il “bonus occupazionale” di Garanzia giovani non potrà essere cumulato con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva;spetterà, in caso di assunzione di un under29 “Neet”, a condizione però che il giovane interessato non abbia avuto un rapporto di impiego negli ultimi sei mesi. I contratti devono essere firmati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017. Non sono invece ammesse all’incentivo le assunzioni con contratto domestico e accessorio. In caso di lavoro a tempo parziale, il massimale del bonus è proporzionalmente ridotto; se si verifica una conclusione anticipata del contratto lo sgravio sarà proporzionato alla durata effettiva del rapporto.

La fruizione del bonus avverrà tramite conguaglio delle denunce contributive mensili trasmesse dalle aziende all’Inps.

Ad oggi sono oltre 57mila le istanze confermate dalle imprese: un dato positivo che ha pesato sulla decisione di un rifinanziamento per il 2017.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur