In 67 si presentano per una supplenza sul sostegno a Venezia: il racconto di una giornata “infernale”

WhatsApp
Telegram

Su Il Gazzettino c’è spazio per una situazione che si è verificata presso un istituto superiore di Venezia, dove 67 candidati a un posto da supplente di sostegno si sono ritrovati convocati in presenza. La convocazione è arrivata via mail due giorni prima, con l’obbligo di presentarsi e la disponibilità a entrare in servizio subito in caso di selezione positiva.

La situazione ha causato malcontento tra i candidati, che si sono trovati in una stanza troppo piccola e poi spostati in un’aula maggiore per fornire le proprie informazioni a impiegati che registravano tutto a mano, senza l’utilizzo di computer. Inoltre, non era presente alcuna graduatoria consultabile.

“È stato uno choc – racconta un docente – vedere così tante persone. Diverse provenivano dalla provincia, e chi da Jesolo o Portogruaro, chi prendendosi una giornata di ferie, si era svegliato alle 5 per presentarsi alle otto all’istituto Algarotti. C’erano colleghi di tutte le età, anche oltre i cinquant’anni. Ci hanno assembrati in una piccola stanza all’ingresso, e poi spostati in un’aula più grande”.

E ancora: “Ci hanno indicato di sederci in una sorta di aula magna – prosegue l’aspirante docente – dove un uomo e una donna seduti dietro a una cattedra, scrivevano a mano i nomi e le generalità di carta di identità, codice fiscale e firma in un foglio, senza avere nemmeno una graduatoria già stilata: come nel secolo scorso. Queste persone segnavano i nomi – aggiunge un altro candidato – e non avevano un computer per ottimizzare i tempi. Poi sono andati al piano superiore e hanno controllato le graduatorie, per comunicare il nominativo che aveva il punteggio più alto solo verso le 11″.

Il processo di selezione è stato criticato per la sua metodologia obsoleta e per il mancato rispetto della continuità didattica per gli studenti disabili, che avranno l’insegnante di sostegno solo per un breve periodo di tre settimane (18 ore settimanali, dal 16 marzo al 4 aprile).

La dirigente scolastica ha dichiarato che la selezione è stata effettuata nel rispetto della legalità e di tutti i candidati.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta