In 400 al corso di formazione della Uil scuola Calabria

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Stampa UIL Scuola Calabria – In 400 hanno partecipato al corso di formazione organizzato dalla UIL scuola Calabria che si è svolto questa mattina al Thotel di Lamezia Terme dal titolo “Dall’immissione in ruolo alla pensione, passando per la ricostruzione di carriera”.

Un altro grande successo in termini di consensi per la UIL scuola Calabria.

“In questa ennesima giornata di formazione è stata coinvolta tutta la ‘comunità educante’ – afferma Paolo Pizzo, segretario regionale della Uil scuola Calabria. Docenti, personale ATA, tanti DSGA e Dirigenti provenienti da tutte le province calabresi, che si sono voluti confrontare su uno dei temi tra i più importanti della vita lavorativa del personale della scuola, come quello della ricostruzione della carriera e delle pensioni, soprattutto alla luce della cosiddetta “Quota 100″, per la quale il personale scolastico potrà farne richiesta proprio a partire da oggi e fino al 28 febbraio: si stima che potrà interessare una platea superiore ai trentamila dipendenti tra docenti e personale ATA”.

“Ma è stata anche l’occasione – continua Pizzo – per coinvolgere tutto il personale sulle rivendicazioni che la UIL scuola porterà in piazza a Roma il prossimo 9 febbraio: risorse per i rinnovi contrattuali del pubblico impiego e scuola; una fase transitoria per la stabilizzazione del personale precario; la contrarietà, senza se e senza ma, alla ventilata autonomia differenziata (regionalizzazione del sistema scolastico pubblico)”.

Per tale motivo oltre al relatore del corso, Pasquale Fraterno – formatore IRASE nazionale UIL Scuola – che ha incantato la platea per più di 3 ore e risposto ai tantissimi quesiti inerenti le diverse problematiche che il personale scolastico incontra quotidianamente , c’è stata anche la preziosa presenza di Santo Biondo, segretario generale della UIL Calabria, che nel suo intervento ha dimostrato vivo apprezzamento per il lavoro che la UIL Scuola:

“La scuola – ha detto Santo Biondo – deve essere un luogo di crescita, di incontro, di conoscenza reciproca dove si sperimenta la vita di comunità, il senso civico”.

“Per lo sviluppo sociale, civile ed economico del Paese – ha concluso il Segretario generale della Uil Calabria – e del Mezzogiorno, ripartiamo facendo crescere il peso degli investimenti nel mondo della scuola e della conoscenza”.

“La Uil scuola Calabria – conclude Paolo Pizzo – cresce in iscritti e in consensi grazie soprattutto alla presenza e al lavoro che tutti i segretari territoriali svolgono giorno per giorno e, anche attraverso a queste iniziative, è sempre più presente ‘nelle scuole tra la gente’, che per la UIL Scuola non è un da semplice slogan, bensì rappresenta il dna del sindacato calabrese

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione