Imposimato, riforma finanzia le scuole del Parioli. Bisogna investire nei quartieri poveri

Di
WhatsApp
Telegram

"Vogliono distruggere la scuola pubblica con una legge scritta con i piedi", afferma Ferdinando Imposimato, magistrato, politico e avvocato italiano, nonché presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione.

"Vogliono distruggere la scuola pubblica con una legge scritta con i piedi", afferma Ferdinando Imposimato, magistrato, politico e avvocato italiano, nonché presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione.

"Dopo aver asservito gli organi di informazione, televisione, giornali adesso avevano solo da asservire la scuola, ed hanno agito a fine di togliere alla scuola pubblica la libertà e l'indipendenza sancita dall articolo 33 della costituzione", così, Imposimato durante un incontro pubblico a Roma organizzato dal Movimento 5 stelle.

"Hanno fatto una legge nella quale nel comitato di valutazione è stato inserito un membro esterno. Questo va contro l'articolo 97 della costituzione", minando la parzialità della scuola.

Sui finanziamenti alla scuola non statale, Imposimato attacca, "l'articolo 33 prevede solo finanziamenti alla scuola pubblica". Inoltre, afferma, "con lo school-bonus i benefici andranno solo alle realtà ricche economicamente, nei paesi poveri – sottolinea – chi darà questi school-bonus? Nessuno".

Guarda il video

Imposimato su "la brutta scuola". Ascoltate tutti le sue parole riguardo questo provvedimento e alle future iniziative per abrogarlo condividete il più possibile affinché tutti sappiano cosa comporterà questo ddl.

Posted by Federica Dieni on Sabato 19 settembre 2015

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur