Immissioni in ruolo per i vincitori del concorso 2012: quando e come. Delegazione al Miur

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Pubblichiamo il resoconto della delegazione dei vincitori del concorso 2012 ricevuta dal Capo di Gabinetto Miur, dott. Fusacchia. I vincitori, cioè coloro che rientrano nei numeri dei posti messi a bando, dopo la delusione dello scorso a.s., per l’esiguo numero di posti assegnati, chiedono rassicurazioni sul loro status. Una questione che purtroppo potrebbe avere risvolti e tempi diversi a seconda le regioni.

red – Pubblichiamo il resoconto della delegazione dei vincitori del concorso 2012 ricevuta dal Capo di Gabinetto Miur, dott. Fusacchia. I vincitori, cioè coloro che rientrano nei numeri dei posti messi a bando, dopo la delusione dello scorso a.s., per l’esiguo numero di posti assegnati, chiedono rassicurazioni sul loro status. Una questione che purtroppo potrebbe avere risvolti e tempi diversi a seconda le regioni.

Il resoconto ancora incompleto e non ufficiale, presente nel nostro forum, ha messo in luce un aspetto importante, anche se al momento si è nella fase programmatica " Il diritto maturato da parte dei vincitori non è soggetto a prescrizione; qualora venisse bandito un nuovo concorso esso riguarderà classi di concorso e regioni per le quali non sussistano vincitori del concorso 2012"

Il concorso del 2015, in effetti, è al momento solo un annuncio Concorso 2015. Per tutte le classi di concorso, interesserà il territorio nazionale: qualche anticipazione , ma tale da creare agitazione in chi si è collocato in posizione utile per il ruolo ma per ragioni estranee alla logica del bando si vede costretto ad attendere.

Si consideri che degli 11.542 posti banditi con il DDG n. 82 del 24 settembre 2012 per il 50% delle immissioni in ruolo degli aa. ss. 2013/14 e 2014/15, nel 2013/14 sono stati assegnati complessivamente solo 3.267 posti.

Le regioni in cui a livello complessivo (cioè senza analizzare il numero per ciascuna classe di concorso) è stato rispettata una suddidivisione al 50% dei posti per i due anni sono Emilia Romagna, Friuli V.G., Liguria, Lombardia, Piemonte, Umbria e Veneto.

Seguici su Facebook, news in tempo reale

Per il resto, i numeri sono imbarazzanti. In Lazio nessuna immissione in ruolo (graduatorie non pronte per il 31 agosto 2013), in Toscana 24 immissioni in ruolo (C430 e Francese), in Sicilia nulla per infanzia/primaria e Lettere, in Campania numeri ridicoli per poter pensare di poter smaltire l’80% dei candidati rimanenti con le immissioni del 2014/15.

Una situazione, fotograta nel riepilogo delle nomine redatto da OrizzonteScuola.it che, a fronte del decreto del 23 maggio 2014 che autorizza lo scorrimento delle graduatorie oltre il numero dei posti a bando, non è ancora chiara per i vincitori.

Dal Miur sembrano esserci state rassicurazioni sulla conclusione dell’iter da parte degli USR che devono ancora pubblicare le graduatorie in versione definiva, i tempi infatti sono sempre più stringati.

Un altro dato emerge dal resoconto "I rappresentanti del Miur sostengono che gli organici elaborati per il concorso erano stati calcolati addirittura al ribasso. La sproporzione fra numero di posti messi a bando e immissioni effettuate è ricollegabile ad una serie di fattori, fra questi, ad esempio il crollo delle iscrizioni (per alcuni gradi di scuola e in alcune regioni) e i controlli inadeguati per le classi di concorso atipiche da parte degli usr. Nonostante ciò, s’intende provvedere, possibilmente, all’assunzione nel triennio dei vincitori senza cattedra;
• In tal senso sono state previste delle misure che troveranno attuazione sia nel breve periodo (contrattazione con il MEF, risoluzione delle questioni afferenti al turnover) che nel medio periodo (piano triennale di assunzioni);
• qualora, allo scadere del triennio persistano ancora delle criticità, saranno poste in essere soluzioni e misure specifiche. "

Come rimediare? Una soluzione concreta in effetti non è stata fornita, anche se il rappresentante del Ministero dott. Fusacchia "propone di aprire un tavolo di concertazione che, chiamando in causa tutti coloro che nel mondo della scuola lavorano, apra ad una discussione fattiva e concreta sul reclutamento tutto"

Vedremo quali saranno i risultati nella distribuzione dei contingenti per le immissioni in ruolo 2014/15

integrazione 24 giugno resoconto ufficiale 

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito