Immissioni in ruolo: Toccafondi conferma 52mila posti, prima GaE e GM. Ecco il piano per le Graduatorie d’Istituto

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il 15 giugno u.s., il Sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi, ha risposto, in Commissione Cultura alla Camera, a due interrogazioni aventi per oggetto il personale docente precario delle GaE e delle graduatorie di istituto. 

Il Sottosegretario ha ricordato in premessa i provvedimenti posti in essere dal Governo, per affrontare e superare il problema del precariato, e si è poi soffermato sulle immissioni in ruolo per l’a.s. 2017/18.

Toccafondi ha, dunque, ricordato il piano straordinario di immissioni in ruolo attuato con la legge n. 107/2015, sul solco del quale si è poi prevista, prima dell’entrata a regime del nuovo sistema di formazione e reclutamento, una fase transitoria che condurrà all’immissione in ruolo non solo dei precari delle GaE e dei docenti delle GM 2016 ma anche delle graduatorie di istituto (vedi D.lgs. n. 59/2017).

La fase transitoria:

  • ai docenti inseriti nelle GaE è riservato annualmente, sino al loro esaurimento, il 50% dei posti vacanti e disponibili;
  • ai docenti inseriti nelle GM 2016 è riservato annualmente, sino alla vigenza delle medesime graduatorie, il restante 50% dei posti vacanti e disponibili;
  • per i docenti abilitati (sia delle GI che delle GaE), è previsto un concorso consistente in una sola prova orale non selettiva, al termine del quale saranno inseriti in una graduatoria di merito regionale ad esaurimento. Da tale graduatoria si attingerà annualmente e i docenti interessati svolgeranno un anno di servizio con valutazione finale di immissione in ruolo (il concorso per tali docenti deve essere bandito entro febbraio 2018);
  • per i docenti delle III fascia delle graduatoria di istituto con almeno 3 anni di servizio è previsto un concorso semplificato, consistente in una prova orale e una scritta, ai fini dell’avviamento al percorso di formazione e tirocinio con cadenza biennale.

Quanto alle immissioni in ruolo per l’a.s. 2017/18, Toccafondi, sulla base di quanto detto sopra, ha affermato che avverranno per il 50% da GaE e per il 50% da GM e che per le GM si potrà attingere anche oltre il tetto del 10% di idonei, qualora la graduatoria di merito sia esaurita.

Il Sottosegretario ha, infine, confermato il numero di posti che saranno destinati alle assunzioni in ruolo: 15.000 derivanti dall’incremento dell’organico di diritto; circa 21.000 derivanti dai pensionamenti; 16.000 già vacanti e disponibili. In totale, i posti da destinare alle immissioni saranno circa 52.000.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare