Immissioni in ruolo sostegno da concorso: il Miur non ha rispettato il criterio del 50% . Come si recupera?

Di
Stampa

red – Importante ordinanza del Tar Lazio (la n. 3297/2014 del 18 luglio 2014) sulle immissioni in ruolo su sostegno. Vengono rimessi in discussione i criteri del 2013/14, in quanto non è stata rispettata la ripartizione al 50% tra graduatorie ad esaurimento e graduatorie del concorso.

red – Importante ordinanza del Tar Lazio (la n. 3297/2014 del 18 luglio 2014) sulle immissioni in ruolo su sostegno. Vengono rimessi in discussione i criteri del 2013/14, in quanto non è stata rispettata la ripartizione al 50% tra graduatorie ad esaurimento e graduatorie del concorso.

Secondo il tribunale esiste il "periculum in mora" descritto dai docenti che hanno presentato il ricorso per vedersi attribuite, da concorso 2012, le cattedre di sostegno che nell’a.s. 2013/14 il Ministero ha destinato ad altre graduatorie, per la norma stabilita nel dm n. 21 del 21 agosto 2013 secondo la quale non era possibile superare il limite dei posti messi a bando per il concorso.

Passi per le assunzioni di agosto 2013, la norma è diventata particolarmente vessatoria per i docenti del concorso 2012 in occasione delle immissioni in ruolo di febbraio 2014 su sostegno, quando il Ministero, pur di non superare il numero dei posti messi a bando, ha "ripescato" le graduatorie del concorso 1999 e/o precedenti, o nel caso in cui queste ultime fossero esaurite, ha destinato i posti residui alle graduatorie ad esaurimento.

Segui su Facebook le news del mondo della scuola

Il TAR ha ordinato all’Amministrazione di "rideterminare il contingente dei posti disponibili anche con riferimento all’a.s. di interesse dei ricorrenti (2013/14, ndr) alla luce della nuova consistenza dell’organico delineata con l’intervento della legge n. 128 del 2013, senza tenere conto delle precedenti limitazioni imposte dall’originaria tabella allegata al d.d.g. n. 82/2012"

Naturalmente il riferimento non potrà che essere ad elenchi di sostegno del concorso 2012 che fossero già costituiti alla data del 31 agosto 2013.

Il Miur aveva già ovviato al problema con il decreto n. 356 del 23 maggio 2014, che permette di assumere oltre il numero dei posti banditi, al fine di assicurare il raggiungimento del 50% di immissioni in ruolo da concorso, ma l’ordinanza va oltre, riferendosi anche alla rideterminazione dei contingenti dei posti disponibili anche per l’a.s. 2013/14.

La trattazione del merito è fissata per il 21 maggio 2015, ma il Miur dovrà comunque recepire l’ordinanza. Vedremo come affronterà il problema nella riunione di domani 30 luglio, in cui comunicherà le prime decisioni alle organizzazioni sindacali. Immissioni in ruolo: mercoledì 30 luglio incontro Miur – sindacati per concordare criteri

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur