Immissioni in ruolo. Sole24Ore: graduatorie ad esaurimento svuotate secondo necessità. Organico funzionale: 5 insegnanti in più a infanzia e primaria, 2 per le secondarie

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

IlSole24 conferma le anticipazioni rese nei giorni scorsi sul decreto assunzioni. Mentre è in corso a Roma la festa del PD aggiunge nuovi particolari su decreto che sarà presentato con decreto nel Consiglio dei Ministri il 27 febbraio.

IlSole24 conferma le anticipazioni rese nei giorni scorsi sul decreto assunzioni. Mentre è in corso a Roma la festa del PD aggiunge nuovi particolari su decreto che sarà presentato con decreto nel Consiglio dei Ministri il 27 febbraio.

Il numero dei precari che potrebbero finalmente contare sulla stabilizzazione, seppure non sia stato ancora definito, dovrebbe aggirarsi intorno alle 120 – 130 mila unità, un numero leggermente inferiore rispetto ai 148.100 annunciati nel documento La Buona Scuola, ma che corrisponderebbero ai 134.000 di cui aveva dato annuncio Repubblica.it

Rispetto alla precedente indicazione ( Piano assunzioni, Sole24Ore: solo 80-90mila da GaE e 20-30 mila da Graduatorie di istituto ) il Sole24Ore fa salire a 100-110mila gli insegnanti assunti dalle Graduatorie ad esaurimento. (bisogna capire se a questi bisogna aggiungere i numeri del concorso 2012 – idonei e vincitori – o rientrano nei 110mila). 

Ma – prosegue IlSole24Ore – con una avvertenza: le graduatorie non saranno svuotate del tutto ma secondo necessità

Una anticipazione che potrebbe spiegare le parole pronunciate dal Ministro in apertura della festa del PD: "Le intenzioni sulle assunzioni non sono cambiate, ma il dibattito ci ha consentito di aggiustare il tiro."

A questo punto quindi dovrebbero essere incrociate due variabili: le necessità delle scuole e le risorse finanziarie stanziate dalla Legge di Stabilità 2015.

In alcune classi di concorso (l'esempio classico è matematica nelle province del Nord) in cui le Graduatorie ad esaurimento non saranno sufficienti a coprire il fabbisogno delle scuole si attingerà anche alle graduatorie di istituto, a partire da coloro che possono vantare i requisiti della sentenza europea sul precariato. Il contingente potrebbe essere stimato in 20-30mila assunzioni. Non tutti però avrebbero l'incarico a tempo indeterminato, piuttosto una supplenza che varrà come titolo preferenziale per il concorso che dal 1° settembre 2016 dovrebbe portare in cattedra altri 40mila insegnanti di ruolo.

In questo modo il mega piano straordinario di assunzioni in ruolo si chiuderebbe, in due anni, con circa 170 -180 immissioni in ruolo. Una vera rivoluzione.

Ma torniamo al 2015. Come stabilire il fabbisogno delle scuole? Si terrà conto anche dell'organico funzionale, che porterà mediamente 5 insegnanti in più a scuola per infanzia e primaria, e 2 per le secondarie.

Ancora da chiarire con esattezza tutti i particolari, non solo dell'impiego su organico funzionale, ma anche della possibilità di poter transitare su cattedra, o le modalità dei trasferimenti.

Una visione più chiara potrà, forse, derivare, dalla lettura dei 52 articoli in arrivo sul tavolo del Consiglio dei Ministri il 27 febbraio. Al momento non possiamo che accontentarci delle anticipazioni.

Intanto, riportiamo l'intervento dell'On. Coscia (PD), che in questi mesi ha lavorato alla stesura  decreto: "Alcuni non saranno contenti ma sia chiaro che il nostro lavoro non finisce qui e faremo in modo di mettere tutti i nostri insegnanti nelle condizioni, da una parte, di poter lavorare a scuola, e dall'altra di farlo in condizioni migliori e più dignitose"

Inoltre, sempre secondo quanto contenuto nell'intervista, sarebbe previsto un risarcimento per chi ha i 36 mesi di servizio previsti dalla sentenza europea sul precariato ma non accetterà il ruolo. 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur