Immissioni in ruolo con sistema informatizzato, ma dipendenti HP in sciopero

Stampa

E' in corso lo sciopero dei dipendenti dell'HP, la società alla quale il Ministero affida lo sviluppo dei software per le le più importanti applicazioni: dal concorso docenti alle commissioni di esami, dagli applicativi per le frequenze degli studenti al TFR dei precari, dalle iscrizioni on-line alla fatturazione elettronica, dall'assistenza a tutti i fornitori delle scuole agli esami di stato.

E' in corso lo sciopero dei dipendenti dell'HP, la società alla quale il Ministero affida lo sviluppo dei software per le le più importanti applicazioni: dal concorso docenti alle commissioni di esami, dagli applicativi per le frequenze degli studenti al TFR dei precari, dalle iscrizioni on-line alla fatturazione elettronica, dall'assistenza a tutti i fornitori delle scuole agli esami di stato.

Si tratta dei cento informatici di HP Pozzuoli, che per dieci giorni hanno bloccato tutte le attività informatiche da dieci giorni per impedire lo smantellamento del sito di Pozzuoli, l'unica sede HP in Campania (insieme a Bari, l'unica nell'intero sud Italia).

Il Ministro fissa un nuovo tavolo istituzionale per lunedi 27 luglio mentre i lavoratori della sede di Pozzuoli continuano lo sciopero ad oltranza finché da HP non giungerà un segnale di apertura.

Non sappiamo se i dipendenti della sede di Pozzuoli sono coinvolti anche in uno dei lavori più urgenti, cioè la messa a punto del software per le immissioni in ruolo. I docenti presenteranno le domande tra il 28 luglio e il 14 agosto, subito dopo dovrebbero partire le operazioni per le fasi B e C.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur