Immissioni in ruolo. Renzi:”Parlare di deportati è ingiusto e sbagliato”

WhatsApp
Telegram

"Avere usato l'espressione 'deportati' per gli insegnanti assunti lontano da casa non è giusto perché i deportati li abbiamo visti 70 anni fa". Lo dice il premier Matteo Renzi a Porta a Porta. "Tutti noi vorremmo stare vicino a
casa a lavorare ma c'è gente che non ha posto fisso e firmerebbe col sangue un'assunzione lontano. Su questo tema cerchiamo di capirci e trovare soluzioni ma parlare di deportati come ha fatto parte del sindacato è ingiusto e sbagliato".

"Avere usato l'espressione 'deportati' per gli insegnanti assunti lontano da casa non è giusto perché i deportati li abbiamo visti 70 anni fa". Lo dice il premier Matteo Renzi a Porta a Porta. "Tutti noi vorremmo stare vicino a
casa a lavorare ma c'è gente che non ha posto fisso e firmerebbe col sangue un'assunzione lontano. Su questo tema cerchiamo di capirci e trovare soluzioni ma parlare di deportati come ha fatto parte del sindacato è ingiusto e sbagliato".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur