Immissioni in ruolo, nel 2017 sarà boom in Sicilia. Ma la mobilità dei docenti di ruolo si fermerà al 30%

Stampa

I numeri degli organici, comunicati ai sindacati qualche giorno fa e poi divulgati dal Ministero stesso con apposite tabelle, fanno sperare i precari delle GaE e del concorso in Sicilia, e in primis i docenti di ruolo in attesa di un trasferimento interprovinciale. Per loro però a disposizione solo il 30% dei posti disponibili nell’organico dell’autonomia.

Maria Luisa Altomonte, dirigente dell’USR Sicilia, ha rilasciato un’intervista al Giornale di Sicilia in cui non nasconde la propria soddisfazione per i numeri comunicati da viale Trastevere “Un ottimo risultato rispetto alle aspettative e rispondono in qualche modo alle richieste avanzate da tempo dai sindacati”.

1.800 posti in più che potrebbero fare la differenza.

I primi a sperarci sono i docenti di ruolo, in attesa degli esiti della domanda di trasferimento. Ma per loro la percentuale a disposizione, secondo l’accordo stilato tra sindacati e Miur nell’ambito del contratto di mobilità si ferma al 30%.

Notizie migliori dunque per i precari (le assunzioni seguiranno per l’a.s. 2017/18 la modalità del 50% dalla GaE e 50% dai concorsi), anche se non è ancora disponibile il dato relativo alla distribuzione per ordine di scuola e classe di concorso. Sarà possibile definirlo solo dopo i trasferimenti, per vedere quali posti e in quali province rimarranno vuoti.

Organici, 15mila posti in più per mobilità e assunzioni: ecco in quali regioni sono stati attivati. La tabella

Stampa

Eurosofia. Aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora