Immissioni in ruolo: modalità recupero posti concorso 2012. Ministero intervieni!

Di
WhatsApp
Telegram

redazione – Dopo quella proposta dal Coordinamento idonei concorso Sicilia, pubblichiamo altre proposte di modalità di recupero dei posti. A questo punto è necessario l’intervento del Ministero.

redazione – Dopo quella proposta dal Coordinamento idonei concorso Sicilia, pubblichiamo altre proposte di modalità di recupero dei posti. A questo punto è necessario l’intervento del Ministero.

Così come per quelo del Coordinamento idonei concorso Sicilia, non espriamo alcuna interpretazione sulla validità dei metodi proposti, dato che l’ultima parola dovrà essere quella di Uffici Scolastici e in capo al Miur.

Un accenno è presente solo in un comunicato della FLC Latina, ma non ci sono spiegazioni chiare da convincere tutti. 

Cristina – Buongiorno, il vostro portale è un fondamentale riferimento per stare aggiornati costantemente sulla tematica scuola. Sono una vincitrice concorso Toscana che assieme ad un nutrito gruppo del mio stesso ambito siamo da quasi due anni in corsa per un traguardo che pur da vincitori si delinea ancora in salita e ricco di
difficoltà.
La Toscana sta diventando la cenerentola di questa esperienza concorsuale assieme a poche altre regioni. Il fanalino di coda che non credo faccia fare una bella figura nemmeno ai nostri governanti Toscani. Mancano ormai pochissimi giorni, forse meno di una settimana e ancora nessuna nota esplicativa sulla procedura da adottare. Ci chiediamo se sia così difficile applicare le norme indette dal ministero e dettate da leggi ormai assodate negli anni.
 
Il Dott. Curia del comitato idonei concorso spiega in modo molto chiaro in una lettera inviata alla vostra redazione la procedura da adottare. Riusciranno i nostri referenti all’Usr Toscana recepirlo? Oppure spetterà alla nostra ministra all’istruzione Giannini (lucchese di nascita), assieme al presidente del consiglio Renzi a dare indicazioni?
 
Fiduciosi di una giusta risoluzione, a nome dei vincitori del mio ambito toscani ringrazio. 

Gabriella Silvia – Penso che, in questa fase in cui il Ministero non ha provveduto a chiarire i criteri, ognuno tenti di "tirarare acqua al proprio mulino", però dopo aver letto l‘ipotesi di modalità avanzata dagli idonei, mi sembra corretto invece spiegare che esiste un sistema più equo con cui effettuare il recupero.

Partiamo dal fatto che la nota A.6 allegato A del chiarimento ministeriale dell’8 agosto recita che SOLO DOPO aver effuato gli eventuali recuperi si può procedere alla divisione dei posti fra le due graduatorie al 50%;

dunque prima va fatto il recupero dei posti che l’anno scorso non sono stati assegnati alle GM ripartendo al 50% il numero delle disponibilità dell’anno passato che furono date invece per intero alle Graduatorie ad esaurimento, il risultato deve quindi essere accantonato come recupero dei posti da dare alle graduatorie del concorso per l’A.S. 2013/2014;

successivamente si riprende il contingente di disponibilità di quest’anno e si sottraggono i posti del recupero, quello che resta si divide a metà e otterremo così i posti che quest’anno dovranno essere ripartiti al 50% fra le due graduatorie.

Il risultato finale è che le Graduatorie del concorso avranno comunque più posti assegnati rispetto alle Graduatorie ad esaurimento, ma si rispetterà l’equità di un calcolo che, essendo appunto un recupero, deve essere fatto coi numeri dell’anno passato.

C. Grasso – Mi sembra completamente fantasioso e semplicistico il suggerimento del Dott. Giuseppe Curia del Coordinamento Nazionale Docenti idonei al concorso a cattedra del 2012 in ordine alla quantificazione dei posti posti da recuperare da quelli assegnati alle Graduatorie ad esaurimento nell’a.s.2013/14 in presenza di graduatoria di merito non approvata in via definitiva entro il 31.8.2013.

Nell’a.s.2013/14 il numero delle assunzioni da concorso non poteva superare quello dei posti banditi per ciascuna classe di concorso e che solo dal 2014/15 possono essere assunti anche gli idonei. Il calcolo dei recuperi, quindi, va fatto tenendo conto tale norma.

Chiarisco con un esempio della provincia di Roma: sul sostegno della scuola media sono stati assunti nel 2013/14 150 docenti esclusivamente da GAE; il recupero delle assunzioni per il 2014/15 non può essere di 75 posti (150:2=75), ma di solo 40 posti perchè tanti erano quelli banditi con il concorso.

Considerato che il contingente delle assunzioni a tempo indeterminato per l’a.s.2014/15 è pari a 447 posti da esso vanno detratti i 40 posti el precedente anno ed i rimanenti 407 ripartiti al 50% tra i due canali di reclutamento.

Immissioni in ruolo. Recupero posti concorso. Docenti idonei spiegano modalità

Immissioni in ruolo: come si recuperano i posti dati in più alle Graduatorie ad esaurimento?

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito