Immissioni in ruolo: le vere assunzioni sono 31.200, meno dei posti già vuoti. Lettera

WhatsApp
Telegram

Fabrizio Cattaruzza – Riporto quanto trovato su repubblica.it : “I nuovi docenti si distribuiranno entro settembre su 15mila cattedre finora coperte da supplenze, 21mila rimaste libere per pensionamenti e 16mila già vacanti. Per un totale di 52mila. Questa estate, i 52 mila posti disponibili saranno suddivisi in tre tranche: il 60 per cento a favore di nuove assunzioni, il 30 per cento ai trasferimenti e il 10 per cento a passaggi di cattedra e di ruolo.”

Sia chiaro, un trasferimento non è un nuovo posto. Un docente di ruolo che prima lavorava in Piemonte, da domani potrà lavorare in Umbria, coprendo quindi una lacuna in Umbria ma lasciandone una in Piemonte. Allo stesso modo un passaggio di cattedra non può essere considerato un nuovo posto.

Quindi le vere nuove assunzioni sono 31.200, che non andranno a coprire la mancanza cronica di docenti che ha la scuola. Le nuove assunzioni non saranno nemmeno sufficienti a coprire il turnover (21mila) e i posti già vacanti (16mila) che sono in totale 37mila. Un numero ben superiore ai 31 mila.

A settembre pertanto ci troveremo sempre nella stessa situazione, con un numero enorme di cattedre da assegnare a tempo determinato con buona pace della continuità didattica degli studenti e della stabilità lavorativa dei docenti. Sempre che gli USR riescano nei mesi estivi a sobbarscarsi il lavoro amministrativo dei trasferimenti, degli aggiornamenti delle graduatorie di II e III fascia d’istituto e delle nuove immissioni in ruolo. Altrimenti la situazione a settembre sarà identica a quella degli ultimi anni, con 2-3 docenti che si alternano durante l’anno scolastico.

Non vorremmo più sentire questi toni trionfalistici dai rappresentanti del governo, vorremmo solo avere una fotografia chiara della situazione e se si vuole combattere il precariato basterebbe assumere un numero di inseganti pari ai posti che sono disponibili invece di mettere tutto in un calderonre (mobilità, passaggi di cattedre, asunzioni) giusto per gettare fumo negli occhi. Non è più accettabile il gioco delle tre carte.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO