Immissioni in ruolo, le prossime scadenze

di Lalla
ipsef

Libero Tassella (Professione Insegnante) – Questa settimana sarà pubblicato il decreto interministeriale sulle immissioni in ruolo con in allegato le tabelle definitive elaborate dal MIUR con la ripartizione per ordini e gradi di scuola e per la scuola secondaria di primo e secondo grado per classi di concorso. Poi inizierà la concertazione regionale, quindi, verosimilmente, dopo ferragosto, ci saranno le immissioni in ruolo.

Libero Tassella (Professione Insegnante) – Questa settimana sarà pubblicato il decreto interministeriale sulle immissioni in ruolo con in allegato le tabelle definitive elaborate dal MIUR con la ripartizione per ordini e gradi di scuola e per la scuola secondaria di primo e secondo grado per classi di concorso. Poi inizierà la concertazione regionale, quindi, verosimilmente, dopo ferragosto, ci saranno le immissioni in ruolo.

Ricordiamo che le immissioni in ruolo saranno disposte su sede provvisoria (su posti di organico di diritto), successivamente, tramite trasferimento, il neo ammesso in ruolo si vedrà attribuita la sede definitiva per l’a.s. 2011/12.

L’immissione in ruolo avverrà con lo scorrimento sia delle G.E. aggiornate (50% dei posti), sia delle graduatorie di cui ai DD.DD.GG. 1999, sia, per alcune clasi di concorso, del DM 23.3.90 (se non esaurite, altrimenti i posti saranno attribuiti ai docenti per sorrimento delle GE).

L’immissione in ruolo su sostegno comporta la permanenza per 5 anni su tale tipologia di posto.

La nomina avrà effetto giuridico ed economico dall’1.9.2010.

Da quest’anno i neo immessi in ruolo non potranno avvalersi dell’art. 36 del CCNL, cioè congelare l’immissione in ruolo e accettare supplenze per altre tipologie di posto o altra classe di concorso.

Il neo immesso in ruolo non potrà chiedere per l’anno 2010/11 l’assegnazione provvisoria.

Consigliamo, per gli immittendi in ruolo, di mettersi in contatto con gli Uffici dell’USP di competenza per chiarimenti, in particolare per immissione in ruolo riservistial fine di verificare se l’aliquota è satura o iposatura.

Professione Insegnante metterà a disposizione dei neo immessi in ruolo schede e altro materiale, nonchè il modello di delega, per gli aspiranti che non possono essere presenti all’atto dell’immissione in ruolo.

Un ultimo consiglio pratico, dopo l’attribuzione della sede, telefonate alla scuola assegnata e accertatevi della presenza del posto.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare