Immissioni in ruolo: GaE al 50%, concorso 2016 e concorso 2018. Le percentuali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I docenti inseriti nelle GaE ci chiedono se l’iscrizione al concorso 2018 per abilitati sia obbligatoria o se le assunzioni da GaE continueranno ad esserci.

LE GAE SONO AD ESAURIMENTO

Come chiarito dalla legge 107/2015, le graduatorie ad esaurimento devono essere scorse per intero prima di dichiararle esaurite. Pertanto i docenti ancora inseriti in GaE hanno un diritto che non viene meno con il nuovo concorso 2018. La ripartizione del contingente che sarà autorizzato per le nuove immissioni in ruolo dell’a.s. 2018/19 sarà sempre: 50% alle GaE e 50% al concorso.

Le GaE della scuola secondaria dovrebbe esaurirsi in circa due anni. Gli Uffici Scolastici stanno pubblicando in questi giorni la consistenza, ossia quanti docenti vi sono ancora inseriti per ogni classe di concorso.

DOCENTE ISCRITTO IN GAE PUO’ PARTECIPARE ANCHE A CONCORSO 2018

Dunque l e graduatorie ad esaurimento rimangono in vigore fino al loro completo svuotamento. Pertanto il diritto all’assunzione (per il 50% delle nomine annualmente disposte) è garantito per legge (questo naturalmente significa che deve esserci anche il posto e che nella distribuzione del contingente tot posti vadano alla classe di concorso/provincia che ci interessa).

La partecipazione alla procedura riservata del concorso previsto dal Decreto Legislativo n. 59/2017 è aggiuntiva rispetto al diritto già acquisito.

Significa partecipare alle immissioni in ruolo anche attraverso un altro canale che, ricordiamolo, prevede una graduatoria regionale. Pertanto chi sarà chiamato per scorrimento dalle Graduatorie di merito regionali dei docenti abilitati sceglierà la provincia disponibile in quel momento.

Può essere un’occasione per chi ad es. è vincolato dalle GaE in una provincia che non desidera più, oppure ritiene che tale graduatoria per la propria classe di concorso sarà più veloce nello scorrimento.

50% DEI RUOLI ALLE GRADUATORIE DEI CONCORSI

Il rimanente 50% delle assunzioni saranno assegnate dalle graduatorie dei concorsi. In primis il concorso 2016 (anche scorrendo fino agli idonei, nel periodo di validità delle graduatorie) e in caso di esaurimento si attingerà dalle nuove graduatorie di merito regionali costittuite in seguito alla procedura indetta con DG del 1° febbraio 2018.

Esaurite le GaE e decadute GM del concorso 2016 (con assunzione dei vincitori), adesso prorogate di un anno, le percentuali da assegnare al nuovo concorso 2018 diventeranno

  • il 100% dei posti per gli anni scolastici 2018/19 e 2019/2020;
  • l’80% dei posti per gli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022;
  • il 60% dei posti per gli anni scolastici 2022/2023 e 2023/24;
  • il 40% dei posti per gli anni scolastici 2024/25 e 2025/26;
  • il 30% dei posti per gli anni scolastici 2026/27 e 2027/28;
  • il 20% dei posti per tutti gli anni successivi, sino ad esaurimento.
Versione stampabile
anief anief
soloformazione