Immissioni in ruolo fase C. CPS Palermo: salvaguardia prima provincia potrebbe far venire meno il merito (punteggio)

WhatsApp
Telegram

Il Coordinamento Precari Scuola di Palermo chiede al sottosegretario On. Faraone e al Direttore USR Sicilia un tavolo tecnico/politico per discutere dell'algoritmo che sarà utilizzato per la fase C del piano straordinario di assunzioni.

Il Coordinamento Precari Scuola di Palermo chiede al sottosegretario On. Faraone e al Direttore USR Sicilia un tavolo tecnico/politico per discutere dell'algoritmo che sarà utilizzato per la fase C del piano straordinario di assunzioni.

Secondo i precari il suddetto sistema, che prevede la salvaguardia della Prima Provincia, procedura non prevista da alcuna norma, farebbe venir meno il riconoscimento del Merito (punteggio di graduatoria formato da votazione dell’abilitazione conseguita con concorso, da titoli culturali e da titoli di servizio) nell’ambito dell’assunzione da GAE determinando le code, già bocciate dalla Corte Costituzionale.

È del tutto evidente – proseguono i docenti – che laddove la prima provincia si saturasse (cosa facilmente prevedibile nel sud Italia e in particolar modo in Sicilia) docenti precari, con punteggi molto elevati, finirebbero in province che, ove fosse stata consentita una scelta e non l’obbligo di indicare 100 province (forzatura non prevista dalla legge), non avrebbero mai indicato.

In Sicilia su posto comune ci sono ben 1300 “idonei” in GM da sistemare su appena 1595 posti complessivi regolati dalla sopracitata Tabella 1).

Inoltre il Coordinamento pone l'accento sulle modalità previste per la mobilità straordinaria al comma 108 poichè a loro parere creano discriminazioni e privilegi anziché attenersi esclusivamente al punteggio di ciascuno, punteggio oggettivo determinato da esigenze familiari e titoli culturali e di servizio.

Leggi il documento integrale

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi